Un pescatore di aragoste finisce come Pinocchio: ecco cosa è successo

0
345

Un pescatore di aragoste, Michael Packard è stata inghiottito e per fortuna risputato senza danni gravi da una balena a largo di Cape Cod, in Massachusetts. I dettagli

Michael Packard balena

Brutta, bruttissima avventura, per fortuna a lieto fine, per un uomo di 56 anni di Wellfleet Massachusetts Stato con 7 milioni di abitanti nella East Coast degli Stati Uniti. L’uomo, Michael Packard, è un pescatore subacqueo di aragoste e lo scorso venerdì si trovava a largo di Cape Code per una battuta.

All’improvviso, mentre si trovava a circa 13 metri di profondità, il pescatore si è trovato completamente al buio ed intrappolato. Attimi concitati e di grande paura, ha spiegato l’uomo, in una intervista esclusiva rilasciata alla BBC News and Current Affairs.

“All’improvvisoha spiegato Michael nel video che segueho sentito un grande botto e tutto è diventato buio”

Michael Packard inghiottito da una balena come Pinocchio

Michael Packard, un pescatore molto esperto, ha temuto per la sua vita convinto di essere stato attaccato da uno squalo. Ma dopo pochi secondi, il tutto è durato meno di un minuto, si è reso conto che era all’interno della bocca di una megattera. “Non vedevo denti e non sentivo i dolori dei morsi” e il cetaceo stava cercando di “digerirlo”. Un po come accade a Pinocchio e Geppetto nella celebre favola di Collodi.

“In quel momentoha sottolineato Michael Packardho pensato ai miei figli, a mia moglie e al fatto che la mia vita stesse finendo in quel modo assurdo”.  Ma quando tutto sembrava perduto la balena, forse per un colpo di tosse o banalmente per la difficoltà di inghiottire la preda, è risalita in superficie e lo ha “sputato” via.

—>>> Ti potrebbe interessare anche Yemen, trovano un tesoro in balena spiaggiata: 35 pescatori diventano milionari

L’uomo è stato immediatamente soccorso dai compagni di equipaggio presenti sulla nave in superficie e, contrariamente a quanto dichiarato in un primo momento alla WBZ-TV dalla sorella, Cynthia, non ha riportato frattura o danni di altro tipo. Solo lividi escoriazioni e tanta tanta paura. Un vero miracolo.

—>>> Ti potrebbe interessare anche La mattanza delle balene: un massacro silenzioso

A dare una spiegazione scientifica dell’accaduto è intervenuto alle prime ore di oggi, domenica 13 giugno, l’esperto di megattere Charles “Stormy” Mayo del Centro per gli studi costieri di Provincetown. “Le balene azzurre non sono aggressive” ha spiegato il cattedratico, sottolineando che Michael Packard probabilmente era, immerso senza rendersene conto, in un piccolo branco di pesci. Il krill, le creature marine invertebrate dell’ordine Euphausiacea che rappresentano uno dei pasti preferiti dei cetacei.