Pierluigi Camilli: due tragedie nella vita del giornalista

0
439

Pierluigi Camilli per la seconda volta subisce un lutto in famiglia, dopo la morte del figlio 35enne oggi perde il nipote di 10 anni.

Un grave lutto ha colpito la famiglia di Pierluigi Camilli, l’ex sindaco di Pitigliano, provincia di Grosseto. All’età di dieci anni si è spento a Roma il nipote Tommaso, per una malattia. Era un bambino tranquillo e tutti gli volevano bene. A Pitigliano, dove spesso veniva a trovare i nonni, tutti lo ricordano con grande affetto.

La famiglia dell’ex sindaco Pierluigi Camilli, purtroppo, era stata già toccata molto duramente negli affetti più cari. Il 13 agosto 2014, infatti, il figlio Simone rimase vittima di un’esplosione di un ordigno bellico mentre stava realizzando un servizio giornalistico a Gaza. Simone Camilli stava seguendo la guerra tra Israele e Hamas per conto di Associated Press, ed è rimasto ucciso nell’esplosione di una bomba a Beit Lahia, nel nord della Striscia di Gaza. Aveva 35 anni.

Simone era figlio di Pierluigi Camilli ed ex conduttore del Tg1 ed ex vicedirettore vicario del TgR Rai. L’uomo voleva testimoniare il dramma umano delle guerre, attraverso principalmente l’uso delle immagini che riprendeva, ed era stato il motivo per cui era tornato a Gaza nell’agosto del 2014, a quasi un mese dall’inizio del conflitto. Il 13 agosto, un giorno di tregua dichiarata tra Hamas e l’esercito Israeliano, aveva deciso attraverso il video di documentare le conseguenze delle bombe rimaste inesplose sul terreno che continuavano occasionalmente a uccidere o mutilare persone.

Una tragedia che ha segnato profondamente la vita dei genitori, oggi di nuovo colpiti da un lutto pesantissimo. Il piccolo sarà sepolto nel cimitero di Pitigliano.

Pierluigi Camilli: “Questo lavoro l’aveva nel sangue. Fiero di lui”

Il padre del videoreporter italiano ucciso a Gaza: “Che cosa vi devo dire? Sono fiero di mio figlio, faceva un mestiere che aveva da sempre nel sangue”. La notizia ha raggiunto il padre del reporter a Roma, dove stava trascorrendo insieme alla moglie un periodo di ferie. Appena saputa la notizia il padre parte per Gaza.

POTREBBE INTERESSARE: Coronavirus, Variante Delta fa paura: boom di casi nonostante i vaccini

Prima di lasciare Roma parla con i giornalisti dicendo: “Con Simone avevo parlato l’altro giorno. Gli avevo detto di stare attento ma mi aveva risposto di non preoccuparmi, che la situazione era tranquilla. Sono fiero di Simone: aveva questo lavoro nel sangue. Ma è difficile parlare quando muore in questo modo un ragazzo di 35 anni”.