Malore Eriksen, accuse alla Uefa: “Costretti a giocare o 3-0 a tavolino”

0
332

Dopo il malore di Eriksen Danimarca-Finlandia si sarebbe giocata dopo “minaccia” Uefa. A rivelarlo Peter Schmeichel, ex bandiera dei danesi

MALORE ERIKSEN
Malore di Eriksen durate Danimarca-Finlandia (Getty Images)

Danimarca-Finlandia, gara recuperata sabato dopo il malore del calciatore danese Christian Eriksen di cui ha parlato tutto il mondo, avrebbe un retroscena che poco si concilia con il sentimento sportivo. A svelarlo Peter Schmeichel, l’ex bandiera del calcio danese e padre dell’attuale portiere della nazionale scandinava Kasper Schmeichel.

La versione ufficiale è che i calciatori hanno deciso liberamente di scendere in campo e proseguire il match ma secondo l’ex portiere le cose non sono andate esattamente così. Intervistato da Good Morning Britain, programma mattutino molto noto in Inghilterra, ha detto che i calciatori hanno subito un ricatto: o scendevano in campo o perdevano la gara per 3-0 a tavolino.

Oltre alla sconfitta d’ufficio la Uefa avrebbe prospettato ai calciatori due alternative di gioco, riprendere subito la partita, in quella stessa serata – com’è successo – o giocare il giorno dopo alle ore 12.00. “I giocatori avevano scelta? Credo di no“. Non sarebbe vera quindi la versione che i calciatori, assicuratisi che il proprio compagno di squadra in ospedale era fuori pericolo, avrebbero scelto liberamente di scendere in campo.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Euro 2020, scongiurato l’incidente diplomatico per la maglietta dell’Ucraina

Accuse dopo il malore di Eriksen, la Uefa risponderà?

Peter Schmeichel, l’ex portiere accusa l’Uefa (Getty Images)

Se questa versione fosse confermata la decisione di giocare, pur se prese dai calciatori, non sarebbe stata dunque propriamente libera e soprattutto nel migliore stato d’animo visto quando successo poco prima per aver temuto, come molti tifosi a casa e sugli spalti, per la vita del centrocampista dell’Inter.

Un’accusa grave quella di Schmeichel che sottolinea come il tecnico Hjulmand si sia pentito di aver fatto scendere in campo i propri calciatori come emerso dalla conferenza stampa. Tutto è passato in secondo piano, anche la vittoria della Finlandia per 1-0 perché tutti i pensieri e le attenzioni, anche il giorno dopo il match, si sono concentrati sulle condizioni di Eriksen.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Danimarca-Finlandia 0-1, decide Pohjanpalo: Tabellino e Highlights

Una sconfitta quella della Danimarca che ha vissuto ore tremende e che mette in discussione il passaggio del turno, con due gare ancora da giocare. Ma dopo queste dichiarazioni più che le successive prestazioni dei danesi in campo si aspetta un’eventuale risposta della Uefa dopo le pesanti accuse dell’ex calciatore.