Saman Abbas, il ragazzo denunciò il padre della ragazza per minacce

0
182

Saman Abbas, il fidanzato della ragazza pakistana di 18 anni scomparsa da un mese a Novellara, presentò regolare denuncia contro il padre della ragazza lo scorso 9 Febbraio.

Saman Abbas, il suo ragazzo denunciò il padre ai Carabinieri il 9 Febbraio (Screenshot)
Saman Abbas, il suo ragazzo denunciò il padre ai Carabinieri il 9 Febbraio (Screenshot)

Shabbar questo è il nome del padre, il quale andò a casa dei genitori del ragazzo dicendo che se il figlio non avesse lasciato Saman libera, avrebbe sterminato tutta la famiglia.

La trasmissione “Chi l’ha visto” condotta da Federica Sciarelli ne ha parlato durante la puntata del 16 Giugno 2021. Ci sono anche altri messaggi che si sono scambiati il giovane e la ragazza.

Tra questi si chiedono come mai Dio abbia deciso che la sua vita doveva essere così, in quel modo, non sapeva cosa fare la ragazza, si è confidata con il suo fidanzato dicendogli che le scoppiava il cervello.

Inoltre ha redarguito più volte il suo ragazzo dicendogli quanto fosse pericoloso per lui stare con lei, infatti lo esorta ad andare dai Carabinieri sin da subito.

Lo stesso fidanzato risponderà dicendole di fare lo stesso, la ragazza risponderà in maniera affermativa dicendogli che ci ha pensato più volte, queste sono state le sue ultime parole prima di scomparire.

>>> POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Saman Abbas e l’sms trappola della madre: ecco cosa le scrisse

Saman Abbas, la ragazza di 18 anni si è opposta ad un matrimonio combinato dalla sua famiglia con un parente

Per questo motivo la ragazza era stata reclusa in una comunità, ma ad Aprile è tornata a casa, alcuni temono che la ragazza sia stata uccisa, tutti stanno cercando il corpo, sia il padre che la madre, lo zio e i due cugini sono indagati per omicidio premeditato.

Purtroppo si sono perse le tracce della ragazza il 30 Aprile, chi sta indagando è sicuro che la ragazza sia morta, infatti gli inquirenti stanno cercando il suo corpo nelle campagne adiacenti.

>>> POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Saman Abbas, la madre: “Il no al matrimonio un vero disonore”

Ad uccidere la ragazza pakistana potrebbe essere stato suo zio, infatti la famiglia non ha accettato il fatto che la ragazza avesse detto di no al matrimonio combinato con suo cugino.

Questo avrebbe leso l’onore della famiglia, e per questo motivo suo zio ha progettato una vera e propria esecuzione per la ragazza diciottenne, la ragazza potrebbe esser stata strangolata, come ha dichiarato suo fratello di 16 anni, il quale è stato subito seguito dai servizi sociali.