Fedez denunciato per la hit “Mille”: la reazione inattesa – VIDEO

0
247

Fedez è entrato ancora una volta in rotta di collisione con la Codacons: cos’è successo questa volta e come ha commentato

Fedez
Fedez (Getty Images)

Fedez contro Codacons, ancora una volta, e il rapper milanese reagisce al nuovo esposto dell’associazione che difende i diritti dei consumatori. Il diretto interessato, manco a dirlo, attraverso i social con una storia su Instagram reagisce a modo suo. Si vede prima la moglie Chiara Ferragli nei panni dell’avvocato che gli comunica di aver vinto la causa poi ecco Fedez che utilizza la hit Mille dice “Mi hai risolto un bel problema, ma poi me ne restano mille”.

La questione infatti riguarda proprio il brano realizzato insieme a Orietta Berti e ad Achille Lauro che sta spopolando in lungo e in largo. Per il Coordinamento delle associazioni per la difesa dell’ambiente e dei diritti degli utenti e dei consumatori, infatti, nel video della canzone c’è una pubblicità occulta a favore della Cola Cola e a danno dei consumatori.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Elisa Isoardi, il rapporto con la mamma: “Una grande donna”

Fedez, cos’è successo questa volta

La notizia del ritiro del video è di ieri e il Codacons starebbe pensando a un esposto all’Antitrust chiedendo sanzioni per i tre. La questione infatti riguarda anche Orietta Berti ed Achille Lauro e questa è forse la vera novità perché nell’ultimo anno siamo stati abituati a scontri solo tra la Codacons e Fedez o contro la moglie Chiara Ferragni.

CLICCA QUI PER VEDERE LA STORIA 

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Diletta Bellotti, attivista contro il caporalato: chi è la ragazza

L’ultima battaglia del Codacons avviata e persa contro il rapper risale a dicembre scorso quando il Tribunale archiviò la questione che l’associazione aveva avviato contro i coniugi che avevano organizzato una raccolta fondi durante la prima ondata di Covid, per creare un nuovo reparto di terapia intensiva al San Raffaele di Milano. Il Pm Francesca Gentilini disse che il ricorso era inammissibile per questioni procedurali rilevando anche che la notizia di reato era infondata e presentata in modo “confuso”.