Finlandia-Belgio 0-2, Lukaku e compagni primi nel girone: Tabellino e Highlights

0
106

Agli ottavi i belgi giocheranno a Siviglia. Il fortino scandinavo cade al 74′

Finlandia-Belgio: Tabellino e Highlights

Finlandia-Belgio 0-2, Cronaca, Tabellino ed Highlights

Finlandia-Belgio: Tabellino e Highlights – A San Pietroburgo Roberto Martinez schiera gli uomini migliori per provare a battere la Finlandia allenata da Markku Kanerva e aggiudicarsi il primo posto nel girone con il punteggio pieno, esattamente come Italia e Olanda. De Bruyne finalmente dal primo minuto, Lukaku  e Hazard avanti, Witsel in mezzo al campo. La Finlandia prova ad arrivare almeno seconda, anche se il suo piazzamento in classifica dipenderà dalla partita di Copenaghen tra Russia e Danimarca. Il Belgio gioca così per vincere, un copione prevedibile, dove la squadra in testa alla classifica macina gioco e produce le occasioni da gol migliori, pur senza riuscire a segnare nei primi 45 minuti. Gli scandinavi invece difendono, ordinatamente come hanno sempre fatto finora in questo Europeo, nella speranza di giocare di rimessa con Pukki e Pohjanpalo, che in realtà dovranno sudare molto per potersi ritagliare qualche spazio in avanti. Il baricentro dei belgi è molto alto, con la squadra di Martinez che fa decisamente di più rispetto agli avversari, con due occasioni importanti di Lukaku, una però in fuorigioco, e le giocate illuminanti di De Bruyne. Anche Witsel ci prova nel finale con un tiro dalla distanza, mentre il giovane Doku non riesce a sfruttare un’occasione ben più ghiotta. In entrambi i casi i findlandesi si salvano in qualche modo, ma il merito è in gran parte del portiere Hradecky, sempre attento su ogni conclusione degli avversari. Le squadre rientrano così negli spogliatoi sul risultato di 0-0, con entrambe le porte inviolate più per meriti delle difese che per demeriti dei reparti offensivi, anche se le occasioni da rete non sono state molte.

La ripresa

Nel secondo tempo la Finlandia alza di molto il baricentro e il suo pressing nella metà campo belga è molto più aggressivo. Inizialmente il Belgio è colto di sorpresa, ma poi la classe dei giocatori di Martinez viene fuori, permettendo loro di reagire bene e di ricavarsi in contropiede degli ottimi spazi, dopo aver superato il primo pressing. Hazard ha un paio di chance, ma pur arrivando al tiro il trequartista non riesce a inquadrare lo specchio della porta difesa da Hradecky. La Finlandia reagisce con dei lanci lunghi, ma finiscono prede facili dei difensori belgi, che rapidamente impostano l’azione e fanno ripartire i compagni di squadra senza correre rischi. Un altro tentativo di Hazard, nello specchio ma troppo centrale, è facile da neutralizzare per il portiere finlandese. Nell’arco di qualche minuto il duello tra il belga e l’estremo difensore finlandese si rinnova, ma ancora una volta il secondo riesce a tenere vive le speranze della Finlandia, che in questo modo resta seconda nel gruppo B davanti alla Danimarca, che nel frattempo sta battendo la Russia per 2-0. Dove non sono arrivati Hazard e De Bruyne, sembra però arrivare Lukaku, che freddissimo nell’area piccola riesce a battere il portiere finlandese, imbeccato comunque dal fuoriclasse del Manchester City. Dopo una lunga verifica del Var, con i danesi che a Copenaghen già esultavano, l’arbitro Felix Brych però annulla la rete del centravanti dell’Inter per una mezza scarpa avanti che poteva essere riscontrata solo dalla moviola in campo. Grande delusione per Lukaku stesso e vantaggio tutto da ricostruire per i belgi. Per paradosso, su un palo colpito in occasione di una calcio piazzato, è in maniera goffa proprio il portiere Hradecky, che tanti gol aveva negato al Belgio, a mettere il pallone nella propria porta sorpreso dalla traiettoria del pallone e senza riuscire a impedire che superi la linea. Convalidata questa volta dal var, la rete del Belgio vale questa volta il vantaggio, rimettendo in gioco la Danimarca come seconda nel girone B. La situazione si consolida ulteriormente non tanto per il 4-1 che gli scandinavi riescono a rifilare alla Russia, quanto per il raddoppio del Belgio, che alla fine con merito arriva con un’altra grande azione di smarcamento da parte di Lukaku. Questa volta il centravanti va a segno e la sua rete viene convalidata, quella che vale il 2-0 per il Belgio e porterà la squadra di Martinez a giocarsi l’ottavo di finale come prima classificata del girone B, un esito che rispecchia i valori visti nelle tre partite, oltre che quelli sulla carta.

 

Potrebbe interessarti anche: Italia-Galles 1-0: firma di Pessina

Segui gli Europei su Twitter

Finlandia-Belgio: Tabellino e Highlights

Reti: Hradecky 74′, Lukaku 81′

Finlandia (3-5-2): Hradecky, O’Shaughnessy, Arajuuri, Tolvio, Uronen (Alho 70′), Kamara, Sparv (Schuller 59′), Lod, Reitala, Pukki, Pohjanpalo (Kauko 70′).
Allenatore: Markku Kanerva

Belgio (3-4-2-1): Courtois, Vermaelen, Denyer, Boyata, Chadli, Witsel, De Bruyne, Trossard (Meunier 76′), Eden Hazard, Doku (Batshuayi 76′), Lukaku (Benteke 84′).
Allenatore: Roberto Martinez

Arbitro: Felyx Brych

Ammoniti: –

Espulsi: –

Highlights QUI