John McAfee è morto in carcere: addio al padre degli antivirus

0
135

Un dramma si è consumato nelle scorse ore, il leggendario John McAfee è morto in carcere: addio al padre degli antivirus.

(Joe Raedle/Getty Images)

John McAfee è morto in una cella di prigione in Spagna, alle porte di Barcellona. Il pioniere degli antivirus diventato latitante aveva 75 anni. Era detenuto in Spagna dallo scorso autunno, quando è stato arrestato con l’accusa di evasione fiscale. Il Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti e la Securities and Exchange Commission ne chiedevano l’estradizione negli Usa con pesanti accuse.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> Perizoma al posto della mascherina. Il padre dell’antivirus McAfee arrestato in Norvegia

Le guardie di sicurezza del penitenziario Brians 2 hanno trovato McAfee morto nella sua cella mercoledì; in una dichiarazione fornita all’Associated Press, il governo catalano ha indicato che McAfee è morto suicida. Non si hanno al momento altre notizie sulla morte del leggendario pioniere degli antivirus, da diverso tempo al centro di molte vicende controverse.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> La rabbia di Piera Maggio: “Vergogna, noi siamo vittime”

La drammatica morte di John McAfee

“John è stato trovato morto nella sua cella di prigione. Sono rattristato dagli eventi e le mie preghiere vanno a sua moglie, Janice”, ha dichiarato l’avvocato di McAfee, Nishay K. Sanan, in una nota. Quindi ha continuato sottolineando: “Ha cercato di amare questo Paese, ma il governo degli Stati Uniti ha reso impossibile la sua esistenza. Hanno provato a cancellarlo, ma non ci sono riusciti”. Dopo una giovinezza trascorsa a Roanoke, in Virginia, e una serie di lavori di breve durata, McAfee ha fatto fortuna con i software antivirus. Ha fondato McAfee Associates nel 1987; il suo prodotto omonimo è stato tra i primi del suo genere.

Grazie ai suoi prodotti, è diventato uno degli uomini più ricchi del suo Paese, ma contestualmente è stato al centro di vicende controverse. McAfee ha perso una notevole quantità di denaro quando l’economia è crollata nel 2008, e quell’anno si è trasferito in Belize. Il suo comportamento lì divenne sempre più allarmante; si è specializzato come una specie di vigilante, assumendo guardie e comprando armi, e costruendo un misterioso laboratorio. Ma contestualmente venne accusato di omicidio di un suo vicino di casa. Negli anni successivi, McAfee si è rinominato come pioniere e provocatore delle criptovalute. Negli ultimi anni ha tentato di candidarsi alla presidenza Usa ed è stato promotore di formazioni politiche di ispirazione libertarie. Surreale uno degli ultimi arresti, quando indossò un perizoma al posto della mascherina.