Saman Abbas: avviate le pratiche per l’estradizione dei genitori

0
215

Saman Abbas, investigatori con il fiato sul collo dei coniugi accusati di essere coinvolti nell’omicidio della figlia

Saman Abbas

Le forze dell’ordine continuano a lavorare su due fronti per il caso di Saman Abbas: da un lato la ricerca del corpo della ragazza nelle campagne di Novellara e dall’altro la ricerca delle persone ritenute dalla Procura della Repubblica di Reggio Emilia responsabile della sua morte.

Per quanto riguarda la seconda è stato avviato l’iter per chiedere l’estradizione dei genitori della diciottenne che dopo la scomparsa della figlia sono volati in Pakistan, il loro paese d’origine.

Al via dunque ora la partita che mette in campo vari attori, dagli investigatori italiani alle forze di polizia pakistane e l’Interpol. La notizia è stata confermata dal colonnello Cristiano Desideri, comandante provinciale dei Carabinieri.

Anche il cugino Ikram Ijaz il mese scorso fu estradato e il 9 giugno, dopo l’arresto in Francia, consegnato alle autorità italiane. Ora si trova nel carcere di Reggio Emilia dopo sabato scorso è stato interrogato per dodici ore.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Papa Francesco, l’ultimo bollettino: ecco le condizioni del Pontefice

Gli avvocati hanno dichiarato che ha risposto a tutte le domande degli inquirenti. Il 28enne è l’unico arrestato finora nella vicenda mentre sono ancora ricercati oltre ai genitori della ragazza lo zio (indicato dal fratello minorenne della vittima come l’esecutore materiale del delitto) e un altro cugino.

Saman Abbas, ci cerca ancora il corpo

Screen Video

Questa mattina ci sono state altre ricerche nei campi e nelle serre a Novellara attorno alla casa dove viveva la famiglia. C’è stato anche il supporto dei cani della Baviera che hanno già lavorato in altri noti fatti di cronaca e non solo in Germania. Furono infatti impiegati nei primi mesi dell’anno nella ricerca del corpo dei coniugi di Bolzano uccisi dal figlio Benno.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Papa Francesco, l’ultimo bollettino: ecco le condizioni del Pontefice

Come riporta reggioline alle ricerche hanno partecipato volontariamente anche due archeologi di Milano per analizzare eventuali anomali nel terreno. Gli investigatori potrebbero ascoltare anche Sakib, il fidanzato di Saman.