Lequile, rapina finisce male esce dal bancomat e viene ucciso

0
134

Lequile, l’omicidio è avvenuto in tarda serata a Lequile proprio dinanzi al Banco di Napoli, la vittima è un uomo di 69 anni il quale si è recato allo sportello per prelevare del denaro.

Lequile, rapina a mano armata finisce male, un 69enne ucciso (Getty Images)
Lequile, rapina a mano armata finisce male, un 69enne ucciso (Getty Images)

Sua moglie era in macchina e lo stava aspettando, prontamente sono intervenuti i Carabinieri. Alcuni colpi sono stati esplosi proprio a distanza ravvicinata, la pistola era una calibro 7.65, due colpi sono stati indirizzati al petto, questi sono stati fatali per l’uomo.

Il quale è caduto a terra senza vita, il tentativo di rapina è finito in un bagno di sangue, il delitto è stato molto feroce e insensato, i due soggetti sono fuggiti a piedi, per poi salire a bordo di un veicolo lasciato nelle vicinanze.

La vittima è Giovanni Caramuscio, un uomo di 69 anni di Monteroni di Lecce, era un direttore di banca in pensione. Il direttore è deceduto all’istante dopo le 23, proprio mentre stava prelevando dei soldi allo sportello automatico del Banco di Napoli di Lequile, in via San Pietro in Lama.

Sua moglie era in auto e lo stava aspettando, in una Volkswagen Tiguan, l’uomo si era recato con sua moglie per fare visita ad alcuni famigliari.

>>> POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Dugenta, rapina in una gioielleria: banditi armati in fuga

Lequile, al varco lo stava aspettando un destino spietato e inaspettato

Ad un tratto un’arma spianata e impugnata da persone molto nervose, ha freddato l’uomo facendolo cadere al suolo senza vita. Forse i rapinatori avevano pensato che la pistola avrebbe fatto il lavoro sporco, invece non sono riusciti a mantenere il sangue freddo ad una reazione dell’uomo.

Gli investigatori stanno vagliando alcune ipotesi, i Carabinieri hanno cominciato le indagini e sono piombati in massa sul posto per riuscire a soccorrere l’uomo e arrestare gli omicidi.

>>> POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Piossasco, rapina in casa: ucciso l’architetto Roberto Mottura

La zona dell’omicidio è stata delimitata con nastro bianco e rosso, come prima cosa dovranno visionare le telecamere di sorveglianza, qui si potrebbe ricavare il volto e l’identità dei due rapinatori.

Il sindaco di Lequile si è recato sul posto, Vincenzo Carlà è molto scosso dalla vicenda, ha dichiarato di essere preoccupato e di aver pensato che questi episodi fossero stati lasciati al passato. Nella giornata odierna è stato proclamato il lutto cittadino, questo potrebbe essere un monito per i criminali, i quali potrebbero costituirsi vedendo il lutto cittadino.