Nek, l’incidente del cantante: “Devo reagire”

0
273

Nek si confessa: Deficit serio alle mani, ma devo reagire. Il cantante ritorna a parlare del suo incidente

Nek GettyImages
Nek GettyImages

Un famoso successo di Zucchero Fornaciari si intitolava ” Con le mani “. L’importanza delle mani, grazie alle quali compiamo infinite azioni ogni giorno, si manifesta in tutta la sua evidenza quando s’infortunano. Anche un piccolo evento spiacevole, un taglio o un dolore articolare che impedisce il loro regolare e perfetto funzionamemto, ci mandano in crisi.

Nell’arco di pochi mesi due nostri importanti rappresentanti della canzone hanno avuto a che fare con seri problemi alle mani. Il primo fu Gianni Morandi , che si è ustionato la mano dopo essere caduto su un cumulo di sterpaglie che stava bruciando nel proprio giardino. Non molto tempo dopo un serio problema ad una mano l’ha dovuto affrontare anche Nek .

In questo caso si è trattato di un incidente dovuto ad un fatale attimo di distrazione:”Mi sono tagliato la mano con una sega circolare in un momento di distrazione”, ha raccontato ancora preoccupato per lo scampato pericolo il cantante. Perché, nonostante sia passato un pò di tempo, le conseguenze di quell’incidente scompaiono assai lentamente. E per dei musicisti che utilizzano le mani per suonare i loro strumenti di lavoro, non è affatto facile convivere con una situazione del genere.

Nek e Gianni Morandi

Lo stesso Nek racconta come, quasi quotidianamente, si parlino con Gianni Morandi, per conoscere l’evolversi dei loro rispettivi infortuni e consigliarsi reciprocamente sulle soluzioni più percorribili per riprendere in mano i loro strumenti. Entrambi sanno che i loro incidenti hanno provocato dei deficit gravi, ma temporanei. Occorrerà armarsi di pazienza e dare tempo alle parti ferite di guarire.

Dopodiché si riprenderà a lavorare, sperando che la vaccinazione di massa e le altre norme per limitare i contagi, permettano un graduale ma costante ritorno alla normalità. Il mondo della canzone, così come in generale quello dello spettacolo, è stato uno dei settori che ha pagato il prezzo più alto alla pandemia. La prima cosa è guarire, poi si ripartirà, tutti insieme a cantare. Nek e Gianni Morandi lo sanno.