Vasco Rossi dice si alla cannabis legale: l’impegno del cantante

0
318

Vasco Rossi ha appoggiato il progetto di Naike Rivelli e Ornella Muti, le due sono in Salento per lottare circa la legalizzazione della Cannabis.

Vasco Rossi, appoggia il progetto per la cannabis legale di Ornella Muti e sua figlia (Instagram)
Vasco Rossi, appoggia il progetto per la cannabis legale di Ornella Muti e sua figlia (Instagram)

Questo è spinto dal fatto che negli Stati Uniti la cannabis è legale, addirittura è anche quotata in borsa, ci sono dei centri medici gli Healing Centers dove i malati hanno la possibilità di avere farmaci a base di cannabis.

In Italia c’è il centro “Cannabis Medical Center” dove tutte le cure a base di cannabis sono possibili, ma purtroppo non c’è tanta informazione circa la legalizzazione della cannabis.

Naike Rivelli e sua madre Ornella Muti stanno portando avanti la causa in salento, aprendo l’associazione Ornella Muti Hemp Club, qui vogliono mettersi in gioco e soprattutto l’anima per riuscire nel loro intento.

Tra i loro obiettivi c’è anche quello di convincere quanti più personaggi internazionali e vip possibile per riuscire ad ottenere la legalizzazione, e sostenere i nobili valori di questa causa.

In precedenza nel 2019, il cantante aveva mostrato sui social una piantagione di cannabis legale, definendola una piantagione senza sballi strani.

Lo scorso anno ha mostrato l’azienda Breeders of CBD di Andrea Piccinini, nella stessa Zocca proprio in provincia di Modena anticipò i tempi sul THC e la cannabis in Italia.

>>> POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Dylan Dog, il tributo a Vasco Rossi: dopo Sally arrivano Albachiara e Jenny

Vasco Rossi, ha fatto visitare una piantagione di cannabis legale ai suo followers già nel 2019

Il cantante dichiarò che l’obiettivo della piantagione e della azienda era quello di produrre una pianta con un livello di THC molto basso, il più basso possibile.

Mentre il livello di CBD doveva aumentare ed essere il maggiore possibile, proprio per riuscire ad entrare nel mercato, questo avrebbe fatto in modo di far apprezzare il prodotto ai consumatori.

Per la piantagione non venne utilizzato nessun tipo di pesticida aggressivo, nella città di Zocca, il cantante è riuscito a mostrare come veniva coltivato un prodotto sano, naturale e caratterizzato dall’aria pura.

>>> POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Il figlio di Vasco Rossi accusato di omissione di soccorso: chiesti 2 anni e…

Nella stessa occasione il cantante denunciò che in Italia tirava un’aria oscurantistica e molto bigotta, dichiarando nuovamente che il prodotto non arrecava alcun male, e non creava dipendenza.

In alcuni casi è anche migliore di alcuni medicinali, infatti funziona molto bene come antidolorifico e rilassante muscolare.