Instagram, importanti novità sugli account gestiti da minori

0
292

Instagram, ci sono diverse novità sugli account privati per tutti i minori di 16 anni, anche se l’iscrizione ai social è vietata ai minori di 13 anni diversi utenti giovanissimi riescono a creare degli account senza problemi inserendo età false.

Instagram, novità per i profili privati dedicati ai minorenni (Foto dal web)
Instagram, novità per i profili privati dedicati ai minorenni (Foto dal web)

L’azienda associata a Facebook ha dichiarato alcune soluzioni ed idee che riescono a scoprire l’età reale degli utenti, e in alcuni casi può rimuovere l’account, oppure riesce ad impostare come privato l’account degli utenti che hanno meno di 16 anni.

A quanto pare dagli ultimi aggiornamenti Facebook ritiene che impostare gli account privati nel suo social fotografico, al momento della creazione utente, sia il metodo migliore per evitare le interazioni con adulti sconosciuti.

Questo permetterà all’utente di controllare sempre chi più visualizzare, rispondere o interagire con l’account in questione, i minorenni con un account pubblico avranno un avviso che illustrerà i diversi vantaggi dell’account privato e come sarà possibile trasformarlo in account pubblico.

Facebook ha sviluppato una tecnologia che riesce ad identificare un account con comportamenti sospetti, cercando di impedire l’interazione con utenti più giovani.

In cinque paesi la tecnologia è stata già implementata, come Stati Uniti, Regno Unito, Francia, Australia e Giappone, è nei prossimi anni verrà applicata a tutto il mondo.

>>> POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Instagram, in arrivo le Storie Esclusive: cosa sono e come funzionano

Instagram, i profili dei minori saranno resi privati in modo tale da impedire interazioni con gli adulti

Le novità che riguardano il social fotografico, Facebook e Messenger riguarda anche le inserzioni pubblicitarie, infatti gli inserzionisti potranno mostrare i contenuti ai minori di 18 anni solo se saranno pubblicità mirate in base all’età, sesso e posizione geografica.

La age verification è una soluzione ancora non facile da implementare, l’opzione è quella di inserire un documento d’identità al momento della registrazione, ma questo è stato visto come una sorta di impedimento a chi non dispone di questo documento.

>>> POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: WhatsApp: come trasferire le chat tra iOS e Android

L’intelligenza artificiale potrebbe essere una delle opzioni più quotate, proprio perché Facebook ha sviluppato una tecnologia che può stimare l’età media di un utente.

Tramite alcuni segnali è possibile risalire all’età degli utenti sui social network, come ad esempio gli auguri di compleanno, in alcuni casi verrà chiesto agli utenti di fornire ulteriori informazioni, tutto questo è stato studiato da Facebook per garantire le richieste sul Garante della Privacy.