Contro il Green Pass: manifestazioni in 12 città da Milano a Roma – FOTO

0
207

No Green Pass, da Milano a Palermo flop delle manifestazioni, alcuni leghisti parlano in Piazza. M5S risponde: “Lega in piazza segnale devastante”.

A Roma una fiaccolata ha illuminato ieri piazza del Popolo per una manifestazione contro i vaccini. I manifestanti spiegano la motivazione della loro protesta con alcuni manifesti e sloga: “per accendere una speranza”, “il vaccino siamo noi, il virus siete voi”, “libertà” e “giù le mani dai bambini”.

Non solo la città di Roma è stata interessata da queste proteste, ma ben dodici diverse città d’Italia. Al centro della ribellione c’è il nuovo decreto formulato da Draghi, il quale obbliga a far accedere ai clienti dei loro servizi, solo se hanno ricevuto almeno una dose di vaccino, o un tampone negativo nelle 72 ore precedenti. I luoghi in cui dal 5 agosto permetteranno l’accesso solo con il Green Pass sono: Cinema, Teatri, Musei, Palestre, Piscine, Stadi, Concerti, Fiere, Congressi, Concorsi,  Centri termali.

I manifestanti però sono meno del previsto, infatti nella Capitale sono stati solo un migliaio. I dimostranti sono rimasti dal pomeriggio fino alle 22, e terminate in piazza Popolo dove c’è stato un breve comizio della Lega ma senza Matteo Salvini. A partecipare alcuni leghisti come Simone Pillon, Alessandro Pagano, Armando Siri, Claudio Borghi, il sindaco di Sutri, Vittorio Sgarbi, e il celebre attore Enrico Montesano. La manifestazione è stata per la maggior parte pacifica, a parte alcuni attimi di tensione in serata in cui i manifestanti hanno cercato di forzare il cordoni degli agenti che presidiavano la piazza.

“Sono qui per esprimere solidarietà per una causa che è la nostra, per la libertà di scelta – ha detto Claudio Borghi, deputato leghista ed ex presidente della commissione Bilancio della Camera – Vedere cittadini liberi che si mobilitano mi fa molto piacere. Nessuno di noi è no vax, siamo ‘pro libera scelta. Se sei sano puoi fare quello che vuoi, è un concetto normale, non è possibile che a settembre si debbano fare il green pass anche i bambini per andare in palestra”. “Proprio oggi ho presentato un’interrogazione urgente sull’uso distorto del green pass che in Europa è nato per favorire la circolazione tra i paesi della Ue e non per discriminare”, ga spiegato Armando Siri che ha definito “false le parole di Draghi sul vaccino” incassando gli applausi della piazza.

È intervenuto anche Vittorio Sgarbi: “Io non lo faccio perché ho paura del vaccino. Non abbiamo nessuno certezza che il vaccino sia stato testato. Io non voglio il vaccino, saranno fatti miei”. Ecco cosa ne pensa Sgarbi del vaccino, in un post sul suo profilo Twitter:

A mostrare la sua indignazione per la fiaccolata contro il green pass è stato il ministro delle Politiche agricole M5S, Stefano Patuanelli: “Totalmente sbagliata la partecipazione della Lega nella piazza no-vax di stasera”. Infatti secondo il portavoce del Movimento 5 Stelle i manifestanti erano in troppi in piazza, sfidando il virus. Per Patuanelli la situazione è ancora critica è per questo da tenere sotto controllo, e l’unico mezzo è il Green Pass, introducendo quindi misure restrittive che però possano consentire di lasciare aperte le attività e con il minor rischio possibile.

Ecco le immagine delle manifestazioni contro il Green Pass: