La mossa di Spotify, arriva un piano super economico: costi e funzioni

0
164

Il popolare servizio di musica in streaming on demand Spotify sta per mettere in commercio un prodotto fortemente innovativo. Ecco di cosa si tratta

Spotify
Foto Getty Images

Spotify, il popolare e amatissimo servizio di musica in streaming on demand inventato da Daniel Ek e messo online nel 2006 con il supporto dei fondi governativi sta per dare il via ad una svolta clamorosa.

Facciamo prima un piccolo riassunto. Spotify oggi è un servizio che integra e accoglie al suo interno i brani delle principali etichette commerciali e di praticamente tutte le etichette indipendenti. E’ fruibile in diverse modalità. Tramite la classica applicazione scaricabile degli Store iOS, Android, tramite il BlackBerry ma in versione limitata, nei sistemi Microsoft Windows, Linux, Google Chrome OS e macOS ed in una serie di piattaforme da gioco come Squeezebox, Playstation ed Xbox One.

Spotify ha due tipologie di contratto. La versione Free disponibile a tutta l’utenza previa registrazione o con sottoscrizione tramite Facebook e Google. E la versione Premium a sua volte disponibile nel pacchetto Student al costo di 4.99 euro al mese, Base 9.99 euro al mese, Duo a 12.99 al mese e Family a 15.99.

La prima versione permette di ascoltere musica ma viene intervallata dalla pubblicità e con solo sei “salti” disponibili, la possibilità di passare ad un brano successivo. La versione Premium elimina tutte le interruzioni pubblicatare ed ha insita la possibilità di scaricare i brani offline.

Il nuovo Piano di Spotify

Al momento Spotify può contare su 356 milioni di utenti Free oltre a 158 milioni di utenti Premium. Dati di maggio 2021. Ora, come detto, è in arrivo una svolta. Il management del servizio ha progettato un piano economy al costo di 1 euro al mese. Un piano che prevede l’eliminazione del meccanismo del salto e la drastica riduzione della pubblicità. L’obiettivo commerciale è quello di convertire almeno il 40% dei 356 milioni di utenti free ad utenza a pagamento.

—>>> Leggi anche Come ottenere Spotify gratis grazie a TikTok

Il rischio, secondo gli analisti finanziari, ricordiamo che dal 2018 Spotify è quotata alla Borsa USA nel listino Nyse, New York Stock Exchange, è quello di veder scendere nel piano economico gli utenti Premium con un oggettivo aggravio sui conti dell’azienda.

Ma è altrettanto vero che allargare la base di utenti pay potrebbe rappresentare per l’azienda svedese un volano economico non indifferente. Le valutazioni sono in corso ma la decisione sembra presa. Il lancio commerciale è previsto per l’autunno del 2021.