Laura Ziliani, dalla scomparsa al ritrovamento

0
220

La scomparsa di Laura Ziliani è ancora un mistero ma ci sono vari elementi che fanno pensare sia lei il cadavere ritrovato ieri

Laura Ziliani
Laura Ziliani (foto Facebook)

C’è attesa per l’esito dell’esame del Dna sul corpo della donna ritrovato ieri sulle sponde del torrente che porta alla centrale idroelettrica di Temù, nel bresciano. Proprio da ieri sono tre mesi che non si hanno notizie di Laura Ziliani, l’ex vigilessa di Roncadelle, in provincia di Brescia, scomparsa nel nulla l’8 maggio.

La donna, vedova, quella mattina era uscita per un’escursione solitaria sulle montagne. Non era la prima volta che lo faceva ma quel giorno non è mai tornata a casa. È mamma di tre figlie e due sono indiziate a piede libero insieme al fidanzato della maggiore. 

Il corpo è stato trovato da un ragazzo che passeggiava con il padre mentre un mese dopo la scomparsa, in un punto non lontano dal luogo del ritrovamento del cadavere, è stata ritrovata una scarpa appartenente all’ex vigilessa.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Prete ucciso, assassino si costituisce: era stato accolto dal sacerdote

Laura Ziliani, quali sono i punti da chiarire

Brescia
Laura Ziliani (Getty Images)

Nel registro degli indagati le due figlie e il fidanzato sono stati iscritti dalla Procura di Brescia a fine giugno quando, dopo gli interrogatori, sono emerse delle incongruenze. Tanti sono gli elementi da chiarire come, ad esempio, perché la donna aveva lasciato il pc e il cellulare in cantina.

L’ultimo avvistamento risale a quel giorno, l’8 maggio. La donna fu ripresa da una telecamera del paese di Villa Dilegno mentre un testimone ha detto di averla vista su una strada che incrocia con un sentiero. Da lì, poi, nessun altro avvistamento né contatto.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Manuela Villa, la figlia del cantante si candida a Roma

A dare l’allarme della scomparsa erano state proprio le figlie e centinai di persone, tra cui volontari, aveva partecipato alle ricerche che si erano poi fermate, prima di riprendere successivamente quando c’era stato il ritrovamento della scarpa.