Sanremo, Simon Le Bon dei Duran Duran ingessato al Festival: il motivo

0
201

Al Festival di Sanremo del 1985 sbarca Simon Le Bon con i suoi Duran Duran, è un’esibizione che resta alla storia e non solo per gli aspetti musicali. Ecco perché 

Simone Le Bon
Foto Getty Images

Nel 1985 al Festival di Sanremo è l’anno dei paninari. Il fenomeno, esploso nel 1983 a Milano, si è diffuso velocemente in tutto il Paese ed inevitabilmente arriva sul palco del Teatro Ariston. La colonna sonora dei giovani adolescenti del tempo ha due nomi soli: gli Spandau Ballet e i Duran Duran.

Pippo Baudo, presentatore dell’edizione, riesce con grande sagacia a portarli entrambe in trasmissione come ospiti e saranno esibizioni storiche. Gli Spandau, capitanati da Tony Hadley, si presentano con la hit I’ll fly for you i Duran Duran, da par loro, rispondono con l’inno generazionale per eccellenza, Wild Boys.

—>>> Leggi anche Sanremo: vestiti e performance stravaganti al Festival

Ma nel momento di salire sul palco e di cantare i più attenti notano che la voce e front man del gruppo inglese non è agile come al solito, non salta, non si scatena, balla si ma in maniera legnosa poco fluida.

L’esibizione a Sanremo di Simon Le Bon

La canzone, rigorosamente in play back, cattura oltre diciotto milioni di telespettatori. Al termine Pippo Baudo saluta frettolosamente i ragazzi di Birmingham, la spalla del conduttore di Catania, Patty Brard bacia Simon Le Bon “da parte di tutte le ragazze italiane” e dopo meno di cinque minuti il passaggio dei Duran Duran a Sanremo si chiude.

Il giorno dopo Simon Le Bon, Nick Rhodes e Roger Taylor sono ospiti a Domenica In, condotta sempre da Pippo Baudo e spiegano l’arcano. Nel momento dell’arrivo in albergo a Sanremo i Duran Duran vengono letteralmente assalito da migliaia di ragazzi.

Un isterismo che non si vedeva dai tempi dei Beatles e che la scrittrice Clizia Gurrado descriverà alla perfezione nel libro Sposerò Simon Le Bon da cui nel 1987 verrà anche tratto un film

La sicurezza non era dimensionata in maniera corretta e i tre componenti del gruppo subiscono un vero e proprio assalto. Assalto che costa al leader del gruppo la frattura del piede. Sul palco di Sanremo sale ingessato, ma nonostante tutto sarà un successo incredibile. Per la cronaca il Festival di Sanremo del 1985 sarà vinto dai Ricchi e Poveri con Se m’innamoro. Alle loro spalle Luis Miguel con Noi, ragazzi di oggi e Gigliola Cinquetti  con Chiamalo amore. Ma il brano simbolo dell’edizione sarà Donne di Zucchero giunto penultimo e negli anni diventato una vera e propria pietra miliare della musica leggera italiana.