Sanremo: vestiti e performance stravaganti al Festival

0
330

Mancano sei mesi alla 72° edizione del Festival di Sanremo, ma i preparativi già fervono ed è l’occasione giusta per fare un viaggio a ritroso tra i vestiti e le performance più stravaganti.

Sanremo vestiti performance stravaganti
Foto Getty Images

Dal 2 al 5 febbraio 2022 andrà in scena la 72° edizione del Festival di Sanremo. Lo spettacolo musicale per eccellenza della musica italiana darà sfoggio del suo splendore dal classico palco del Teatro Ariston della Città dei Fiori.

Ma i preparativi già fervono tra anticipazioni, possibili sorprese e organizzazione della selezione dei giovani. E’ il momento adatto per fare un bilancio del passato, soprattutto dell’ultima riuscitissima edizione ma, anche per fare un viaggio a ritroso nelle curiosità che hanno carattarizzato questi anni di kermesse.

—>>> Ti potrebbe interessare anche Ultimi a Sanremo: da Tenco ai Negramaro, passando per Vasco Rossi

Noi della Redazione di Cronaka 12 abbiamo deciso di concentrarci su un aspetto, forse secondario, ma molto particolare e divertente: i vestiti e le prestazioni stravaganti. Ne abbiamo “isolate” tre tra le più famose e conosciute. Vediamole insieme.

Festival di Sanremo: tre look davvero indimenticabili

Partiamo dalla più stravagante in assoluto. Anno domini 1986 il Festival di Sanremo lo vince Eros Ramazzotti con Adesso Tu ma a far parlare di se è anche Loredana Bertè che si presenta in scena strizzata in un tubino fetish e con un pancione di gravidanza finto. Canta il brano Re non il suo migliore. Polemiche infinite la Bertè dirà che voleva rappresentare la Donna al suo massimo, in gravidanza, ottiene il risultato opposto.

Facciamo un salto di qualche anno ed arriviamo al 1997 quando Valeria Marini, presentatrice, insieme a Mike Bongiorno della storica edizione vinta dai Jalisse si presenta con un abito da sposa con tanto di piume di struzzo. Resterà alla storia.

L’ultimo salto nel tempo ci porta al 2005 quando arriva la doppietta Marcella Bella e Antonella Clerici. La prima, in gara con Uomo bastardo, si presenta in scena con un vestito aderentissimo guarnito con la scritta, in strass, del titolo della canzone. Il pubblico maschile non apprezzerà il gesto ne tanto meno la canzone. La Clerici, di contro, arriva all’Ariston con un completo rosso con sandali e giarrettiera coordinati. Dove portare fortuna ma non andrà così l’edizione del 2005 è ricordata come una delle meno seguite della storia.