Napoli: Luca e Fabio scomparsi a 18 anni ai Quartieri Spagnoli

0
223

A Napoli da due giorni sono scomparsi due 18enni, Luca Passaro e Fabio Giordano, visti l’ultima volta in scooter in centro, ecco i risvolti del caso.

Scomparsi a Napoli Luca Passaro e Fabio Giordano, l’ultimo avvistamento risale a sabato notte, tra l’8 agosto e il 9 agosto, e non si hanno notizie da due giorni. I due 18enne risiedevano nel rione Sanità, e sono scomparsi misteriosamente. In queste ore sono disperati i familiari che hanno lanciato diversi appelli anche in tv per cercare di ritrovarli.

Le tracce dei due amici si erano perse prima della mezzanotte di domenica, quando erano stati avvistati nei pressi dei Quartieri Spagnoli, che giravano con un scooter. Alle rispettive famiglie avevano raccontato che avrebbero trascorso la serata fuori con alcuni loro amici. I genitori però non vedendoli ritornare a casa si sono preoccupati e  hanno denunciato la scomparsa prima tramite i social scrivendo: “Chiunque li abbia visti ci contatti. Luca aveva una maglietta nera con scritta bianca Palm Angels e jeans scuro colore nero”, con allegato le foto dei due figli.

Della scomparsa dei due giovani si è occupata anche il programma di Rai 3 che va proprio a caccia di comparsi, “Chi l’ha visto?”. La scheda informativa di Fabio Giordano lo descrive come un ragazzo con capelli biondi e occhi azzurri, al momento della scomparsa indossava una maglietta nera con un disegno rosa, pantaloni neri e bianchi e delle scarpe nere. Dei suoi segni particolari è evidente il tatuaggio di due ali d’angelo sul collo, mentre sul braccio destro ha un altro tatuaggio con la scritta “Family”.

La buona notizia dei ragazzi scomparsi a Napoli

La storia ha però un lieto fine, infatti i duoi giovani ragazzi napoletani nell serata di oggi sono stati trovati dai Carabinieri a Paola, in provincia di Cosenza. Per rintraggiare Luca e Fabio è stato importante il lavoro di squadra tra i carabinieri locali e quelli del Comando Compagnia Napoli Stella che avevano raccolto una delle due denunce. E’ noto da alcune fonti che entrambi i diciottenni sono ritornati in perfetta salute.

POTREBBE INTERESSARTI: Morti sul lavoro, “Patente a punti per le aziende”: la proposta

Non sono ancora chiare le motivazione del loro allontanamento da casa, ma è molto probabile che si sia trattata di una ragazzata, visto avevano spento i telefonini per evitare di essere rintracciati nel luogo di mare dove volevano trascorrere le vacanze.

La preoccupazione degli utenti sui social

Subito dopo il post pubblicato dai genitori dei ragazzi sui social il web si è mosso in favore dei due ragazzi, commentando il post con parole di preoccupazione e conforto per i familiari. Dunque in queste ultime ore che i due diciottenni sono stati ritrovati gli utenti hanno tirato un sospiro di sollievo.