Vigevano e Monterotondo: 2 donne uccise dal loro compagno

0
364

Ancora femminicidi in Italia, stavolta a Vigevano e Monterotondo: 2 donne uccise dal loro compagno.

Si allunga la tremenda lista delle donne che nel nostro Paese sono state uccise dal loro compagno, nel solo anno solare 2021. Una piaga sociale, quella dei femminicidi, con la quale occorre purtroppo confrontarsi ogni giorno. Gli ultimi due casi si sono verificati nel giro di poche ore a Vigevano, provincia di Pavia, e a Monterotondo Marittimo, nel grossetano. Tremendi i dettagli che emergono su entrambe le vicende.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Infermiera no vax ha iniettato falsi vaccini: l’indagine della polizia

Nel caso del femminicidio di Vigevano, si hanno già diversi dettagli. Sembra che la vittima e il suo aguzzino fossero andati a vivere insieme da poco tempo. Lei si chiamava Marilyn Pera e aveva 40 anni, il suo assassino è Marco De Frenza, 59 anni, pluripregiudicato. Entrambi sono originari del comune di Mede, sempre ne pavese, nella zona del Lomellino. La donna aveva anche vissuto in Piemonte.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Sicilia: morto agricoltore per spegnere un incendio

I due femminicidi di Vigevano e Monterotondo Marittimo

Secondo la ricostruzione dei fatti, di queste ultime ore, il femminicidio si è consumato in un appartamento di corso Novara, ai margini del centro storico di Vigevano. Ci sarebbe stata una violenta discussione tra i due, poi l’assassino avrebbe impugnato un lungo coltello da cucina e avrebbe colpito più volte la donna, per la quale purtroppo non c’è stato nulla da fare. Sembra che nessuno si sia accorto di nulla e questo lascia pensare che i fatti siano avvenuti in maniera abbastanza repentina.

L’uomo si sarebbe costituito molte ore dopo aver compiuto il tremendo omicidio, facendo piena confessione rispetto all’accaduto. Marilyn Pera aveva alle spalle un matrimonio fallito ed era mamma di due bambini. Stessa dinamica del femminicidio di Monterotondo Marittimo: un uomo ha ucciso la sua compagna e successivamente ha allertato egli stesso, nel cuore della notte, le forze dell’ordine. Ha così reso piena confessione del delitto appena commesso. Anche la seconda vittima di femminicidio era mamma di due ragazzi. I carabinieri l’hanno trovata con una ferita di coltello alla gola.