Daniele Silvestri sotto choc per il lutto: “Vorrei poterti abbracciare”

0
287

Il cantautore Daniele Silvestri sotto choc per il lutto legato alla morte di Gino Strada: “Vorrei poterti abbracciare di nuovo”.

(screenshot video)

La morte di Gino Strada, il medico fondatore di Emergency, lascia davvero un grande vuoto in quanti lo hanno amato e seguito nelle sue battaglie, prima fra tutte quella per il diritto alla salute e alle cure in ogni parte del mondo, anche la più remota. In tanti lo ricordano in queste ore e noi abbiamo scelto le parole che il cantautore Daniele Silvestri ha voluto affidare al suo profilo Facebook.

LEGGI ANCHE –> Morto Gino Strada: il fondatore di Emergency stroncato da un malore

“Gino mio. Gino nostro. Gino di tutti. Gino degli indifesi, dei feriti, Gino in guerra contro ogni guerra, sempre”, inizia la lunga lettera che il cantautore romano di tanti grandi successi ha voluto dedicare al noto attivista e medico chirurgo, scomparso improvvisamente. Lo ha voluto ricordare per il suo costante impegno per la costruzione di un mondo migliore.

LEGGI ANCHE –> Morto Gino Strada, lo straziante messaggio della figlia Cecilia

Il lutto e il dolore di Daniele Silvestri per la morte di Gino Strada

(screenshot video)

Impegno, quello di Gino Strada, che è stato sì oggetto di tante critiche, ma che ha permesso a tante persone l’accesso gratuito alle cure e una vita dignitosa. Tante le sue campagne, una delle più importanti è sicuramente quella contro le mine antiuomo. Il noto medico chirurgo conosceva bene le aree di conflitto, in ogni parte del mondo, ma quando è stato necessario non ha fatto mancare il suo apporto anche in Italia, suo paese di origine, come dimostra ad esempio la recente scelta di proporlo come commissario straordinario alla sanità nella Regione Calabria.

Un uomo che ha lasciato di certo un mondo migliore, così Daniele Silvestri, straziato da questo improvviso lutto, ricorda Gino Strada. Un cittadino italiano come modello da seguire, di fatto è così che il cantautore romano descrive l’amico medico. “Mi hai onorato della tua amicizia, semplice e diretta come sei sempre stato tu”, le parole che oggi toccano il cuore e che il cantautore romano affida ai social network insieme a un ultimo, straziante saluto. “Vorrei poterti abbracciare di nuovo. Non ti lascerei più”, un saluto che non è solo il suo.