I Maneskin fanno ballare l’Europa, senza mascherine e distanziamento

0
345

I vincitori di Sanremo e dell’Eurovision, i Maneskin fanno ballare l’Europa, senza mascherine e distanziamento.

(Instagram)

Mentre in Italia imperversa la polemica su Salmo e sul suo concerto Olbia che si è tenuto in barba alle normative vigenti sul Covid-19, nel resto d’Europa i concerti dal vivo sembrano tenersi senza alcun rispetto di distanziamento sociale e senza utilizzo di mascherine. Ne sanno qualcosa i Maneskin: la band che ha appena vinto l’Eurovision Song Contest sta infatti tenendo in questi giorni alcuni live in giro per il vecchio continente.

Ti potrebbe interessare –> Gigi D’Alessio e il concerto di Salmo: “Non è che uno si sveglia e fa quello che gli pare”

Tra le nazioni che hanno ospitato la band vincitrice di Sanremo 2021, c’è anche la Polonia. E qui la rock band ha tenuto un concerto che ha fatto molto discutere, in particolare per alcune prese di posizione del gruppo durante il live. Ma quello che molti hanno notato soprattutto dai post della stessa band su Instagram è che appunto è mancato qualsiasi controllo sul distanziamento sociale e sull’utilizzo di mascherine.

Ti potrebbe interessare –> Concerto ‘pirata’: De Gregori e Morgan si schierano con Salmo

Nessuna reazione ai live dei Maneskin senza regole: perché solo Salmo?

Infatti in video e foto postate dalla band si vedono centinaia di ragazzi ammassati che “pogano”, ovvero ballano senza freni al ritmo della rock band. Non solo: in foto e video si vedono Damiano David e Thomas Raggi che fanno stage diving sul pubblico, dopo essersi lanciati appunto sulla folla. Insomma, mentre in Italia il rapper sardo Salmo – peraltro non nuovo a provocazioni – improvvisa un live di una quarantina di minuti e viene attaccato da quasi tutti i suoi colleghi, Fedez in testa, la band italiana ormai più rappresentativa all’estero tiene live senza alcuna regola.

Solo poche voci si sono levate a favore di Salmo, ma sono nomi illustri della musica leggera italiana: parliamo di Francesco De Gregori, Morgan e in ultimo Enrico Ruggeri. Ma attenzione: qualche concerto quest’estate lo siamo andati a vedere anche noi in giro ed è impossibile non aver notato che a volte gli steward e la sicurezza privata fanno fatica a mantenere la folla. Non parliamo poi di quello che avviene sulle località balneari: Salmo, insomma, sembra essere un capro espiatorio e fa sorridere che i tanti artisti che lo attaccano non abbiamo pronunciato una sillaba contro la band del momento.