Paura per l’uragano Henri: stato di emergenza a New York

0
216

Il Centro nazionale Usa per gli uragani aveva annunciato l’evoluzione di Henri in uragano, che adesso punta New York e mette a rischio più di 40 milioni di persone. Massima allerta negli Stati del New England. Secondo le previsioni la tempesta dell’uragano dovrebbe colpire Long Island verso mezzogiorno, più o meno le 20 in Italia. Intanto forti piogge e vento, hanno provocato la morte di otto persone e trenta dispersi nello Stato del Tennessee. Situazione critica anche in Messico, alle prese con l’uragano Grace che ha causato la morte di otto persone. 

VALLEY STREAM, NEW YORK – 21 AGOSTO: Un segnale stradale indica l’allarme di rischio per l’uragano Hanri. Il governatore di New York Andrew Cuomo ha dichiarato lo stato di per il rischio che l’uragano colpisca la costa di Long Island. (Foto di Michael M. Santiago/Getty Images)

New York si prepara a fronteggiare la violenza dell’uragano Henri, di categoria 1. Secondo le previsioni delle autorità americane, l’uragano dovrebbe arrivare sulla terra ferma tra qualche ora. Un allarme che denota il rischio concreto per più di 40 milioni di persone. Adesso l’uragano Henri troverà nella sua corsa la costa Est degli Stati Uniti che parte da Rhode Island e arriva al Connecticut e da New York al Massachusetts. A rischio anche la zona nord del New Jersey e parte della Pennsylvania. Come spiega l’ABC News, al momento l’uragano si trova a 135 miglia a sud-sud-est di Montauk Point, New York.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Meteo in Italia 22 agosto: clima ancora bollente, ma da lunedì cambia tutto

Le autorità hanno lanciato in queste ore diverse allerte per quanto riguarda il pericolo di inondazioni a New York City, Staten Island e nel Nord del New Jersey. L’avanzata dell’uragano verso la costa nordest degli Stati Uniti ha costretto le autorità a dichiarare lo stato di emergenza, poiché l’uragano provocherebbe pioggia e venti fino a 100 chilometri orari. Il governatore di New York Andrew Cuomo ha spiegato che si tratterà di “un evento di circa 26 ore” – lo stesso ha annunciato anche il dispiegamento di 500 soldati della Guardia Nazionale per far fronte al passaggio della tempesta. La previsione è quella di un impatto con Long Island circa a mezzogiorno – le 20 in Italia. L’uragano potrebbe provocare importanti black-out che peggiorerebbero senza alcun dubbio le eventuali operazioni di evacuazione. L’ultima volta che un uragano impattò Long Island fu nel 1991 e, in quel caso, l’uragano rinominato Bob uccise 17 persone.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> La circolazione oceanica messa in crisi dal riscaldamento globale

A New York il concerto evento “We Love NYC: The Homecoming”, è stato interrotto, con la conseguente evacuazione di migliaia di spettatori, dopo che una pioggia e un vento intenso avevano colpito Manhattan. Il concerto avrebbe da lì a poche ore ospitato importanti artisti, tra questi anche Bruce Springsteen. Il sindaco aveva in un primo momento concesso l’autorizzazione per dar via al concerto, una decisione poi capovolta a causa della tempesta. In Messico l’uragano Grace ha invece provocato la morte di otto persone, distruggendo diverse abitazioni, prima di perdere energia.