Allontanato dal supermercato perché è senza mascherina, l’uomo torna e spara

0
198

Roma, spara alla guardia giurata perchè pretende di entrare al supermercato senza mascherina. L’uomo è attualmente in fuga.

Momenti di tensione nella serata dello scorso venerdì 20 agosto, dove all’esterno di un supermercato un uomo senza mascherina prova ad entrare al supermercato a Roma, ma l’addetto alla sicurezza lo invita a indossarla e gli impedisce l’ingresso. L’uomo scoppia in una violenta discussione e va via. Poco dopo il cliente torna sulla sua auto ed esplode un colpo di pistola alla guardia di sicurezza. Il fatto è accaduto verso le 20 di venerdì scorso nella borgata Finocchio, nell’estrema periferia in est di Roma.

Il colpo però non ha centrato il bersaglio e la pallottola ha frantumato la vetrata del negozio spaventando i clienti che erano li a fare la spesa. L’uomo ora è in stato di fuga, mentre le forze dell’ordine sono sulle sue tracce. Le indagini sono state affidate al commissariato Casilino che hanno acquisito le immagini delle telecamere di sorveglianza, mentre il bossolo del proiettile è stato trovato e repertato dagli agenti della Polizia Scientifica, giunti sul luogo della sparatoria.

POTREBBE INTERESSARTI: Luca Morabito morto in moto: doveva sposarsi tra qualche giorno

Il supermercato in questione appartiene alla catena di discount Eurospin, e il fatto è accaduto nella sede di via Corleone, Roma. Stando alle testimonianze della guardia giurata l’uomo, di nazionalità italiana, non è un cliente abituale del supermercato.

Terni: senza mascherina al supermercato, multa salatissima

Non è la prima volta che qualcuno cerca di entrare in un supermercato senza dispositivo di protezione individuale, divenuto obbligatorio ormai da un anno e mezzo nei luoghi chiusi. Questa volta però non c’era nessuno ad impedirgli l’accesso, così lo scorso 11 agosto nella città di Orvieto, in provincia di Terni, quattro persone sono state fermate dalla polizia in un supermercato perchè non indossavano la mascherina.

Uno di loro, un cinquantottenne pisano, non è nuovo davanti alla legge, infatti era stato già inquisito in passato, è stato anche denunciato per oltraggio a pubblico ufficiale, interruzione di un servizio di pubblica necessità e istigazione a disubbidire alle leggi. Inoltre era in possesso di volantini con chiari messaggi volti al non rispetto delle normative previste per il contenimento del Covid.

A chiamare le forze dell’ordine sono stati proprio i dipendenti del supermercato, i quali, dopo aver richiamato i clienti all’uso della mascherina e aver ricevuto un secco rifiuto hanno chiesto aiuto agli agenti.