Che fine ha fatto Alan Sorrenti, il cantante che ha fatto ballare l’Italia

0
273

Alan Sorrenti con alcune sue canzoni è stato il protagonista indiscusso in una grande stagione musicale con brani cantati ancora oggi

Alan Sorrenti (screen YouTube)

Quando Figli delle stelle uscì nel 1977 molti si sentirono tali. Erano i tempi delle contestazioni e anche violente. Il movimento che prende il nome da quell’anno era una estremizzazione del 1969 e la musica influenzava e veniva influenzata dall’ambiente circostante, oggi come allora.

La canzone è contenuta nell’omonimo album e rimase nella top ten della classifica per dieci settimane e quell’anno risultò il singolo più venduto. Il successo di quel pezzo è dovuto anche alla libertà che si respira già nell’introduzione del brano. Il concetto caro in quegli anni, con diverse prospettive politiche e sociali, ma desiderio uguale per tutti.

Nato a Napoli, la madre è gallese e trascorre l’infanzia nel paese britannico e si approccia al rock allora chiamato sperimentale. Ha 22 anni quando nel 1972 pubblica il primo album, Aria. Segue Come un vecchio incensiere all’alba di un villaggio deserto ed entrambi sono musicalmente ricchi e all’avanguardia per l’epoca con testi non sempre di facile comprensione.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> La Talpa, nuovo stop per Barbara D’Urso? Cosa succede

Alan Sorrenti, i problemi con la legge

Oltre a Figli delle stelle anche Tu sei l’unica donna per me è un grande successo di quegli anni che hanno fatto ballare generazione di ragazzi, perché ancora oggi quei brani sono conosciuti e cantati ed entrambi sono incisi in lingua inglese.

Nel 1980 Non so che darei è sesto all’Eurovision Song Contest e può essere considerato l’ultimo grande brano di Sorrenti perché le vendite negli anni successivi non hanno mai toccato le vette raggiunte nella seconda metà dei Settanta.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Cristiano Ronaldo al City, scambio clamoroso: arriva Gabriel Jesus

L’eco di Figli delle stelle ancora oggi non si è spento e qualche anno dopo quel brano Franco Battiato in Bandiera bianca canta “siamo figli delle stelle e pronipoti di sua maestà il denaro”. Non mancano disavventure giudiziarie e nel 1983 viene arrestato dopo che la polizia trova della droga a casa in seguito a una furiosa lite con la moglie. L’ultimo album è del 2003, Sott’acqua, e da allora ha poi pubblicato qualche raccolta.