Vaccino Astrazeneca: morta nota conduttrice tv e radiofonica

0
243

Complicanze da Vaccino Astrazeneca: morta Lisa Shaw, nota conduttrice tv e radiofonica nel Regno Unito, lavorava per BBC.

(Lisa Shaw)

Lisa Shaw, che lavorava per BBC Radio Newcastle, è morta all’età di 44 anni a maggio dopo aver sviluppato mal di testa una settimana dopo aver ricevuto la sua prima dose di vaccino. La sua morte non venne correlata immediatamente all’assunzione del vaccino britannico, prodotto da Astrazeneca e solo nelle scorse ore è stata confermata quella correlazione come causa del decesso della giovane donna.

Ti potrebbe interessare anche -> Covid, gli Usa annunciano la terza dose del vaccino. L’Italia ci pensa

Il medico legale del Newcastle Karen Dilks ha confermato che la signora Shaw ha sofferto di coaguli di sangue nel cervello che alla fine hanno portato alla sua morte. L’inchiesta ha appurato che la correlazione legata al vaccino Oxford-AstraZeneca era molto rara. Fatto sta che ora viene confermato come il decesso sia dipeso da questo.

Ti potrebbe interessare anche -> Eleonora Brigliadori, parole choc contro il vaccino: “Ecco che fine farete”

Morta Lisa Shaw: il decesso causato dal vaccino Astrazeneca

covid: terza dose del vaccino negli usa, l'italia ci pensa
Credit: Win McNamee/Getty Images

Il medico legale ha dichiarato: “Lisa è morta a causa delle complicazioni di una vaccinazione AstraZeneca Covid”. Ha affermato che la sig.ra Shaw era precedentemente in forma e bene, ma ha concluso che era “chiaramente stabilito” che la sua morte era dovuta a una rarissima “trombocitopenia trombotica indotta da vaccino”, una condizione che porta a gonfiore e sanguinamento del cervello. La giovane donna e mamma ha ricevuto la sua prima dose di vaccino il 29 aprile.

Il 13 maggio è stata portata in ambulanza all’ospedale universitario di North Durham dopo aver sofferto di mal di testa per diversi giorni. In una dichiarazione, il dottor John Holmes che l’ha curata ha detto che si lamentava di avere “un forte mal di testa che spara e pugnala” sulla fronte e dietro gli occhi. Sono stati effettuati test e sono stati trovati coaguli di sangue nel suo cervello, spingendola a essere trasferita all’unità specialistica di neurologia presso la Royal Victoria Infirmary (RVI) di Newcastle. I coaguli sono considerati estremamente rari – ci sono stati 417 casi segnalati e 72 decessi – dopo 24,8 milioni di prime dosi e 23,9 milioni di seconde dosi del vaccino AstraZeneca nel Regno Unito.