Donna morta per miocardite dopo aver ricevuto il vaccino Pfizer

0
481

Nuova Zelanda, primo caso di donna morta per miocardite dopo aver ricevuto il vaccino Pfizer: arriva la conferma ufficiale.

(Ian Forsyth/Getty Images)

La Nuova Zelanda ha riportato quella che ritiene essere la prima morte legata al vaccino Pfizer contro il Covid-19. La notizia viene rilanciata dalle principali testate internazionali, compresa la BBC. Si tratta di casi estremamente rari che emergono in queste ore, mentre gli esperti assicurano sull’efficacia del vaccino come deterrente al contagio dal Coronavirus. Un comitato indipendente di monitoraggio della sicurezza dei vaccini ha affermato che la morte della donna è stata “probabilmente” dovuta a miocardite, un’infiammazione del muscolo cardiaco.

Ti potrebbe interessare anche -> Covid, gli Usa annunciano la terza dose del vaccino. L’Italia ci pensa

La commissione ha anche notato che c’erano altri problemi medici che avrebbero potuto “influenzare l’esito dopo la vaccinazione”. Anche in Europa, gli esperti affermano che la miocardite è un effetto collaterale “molto raro” e che i benefici del vaccino superano i rischi. Anche per tale ragione e in attesa di chiarire esattamente l’accaduto, l’invito è quello di non entrare nel panico.

Ti potrebbe interessare anche -> Vaccino Astrazeneca: morta nota conduttrice tv e radiofonica

Morta dopo il vaccino Pfizer: il caso della donna neozelandese

Tuttavia, il Comitato indipendente per il monitoraggio della sicurezza del vaccino contro il Covid-19 ha affermato che la miocardite era “probabilmente dovuta alla vaccinazione”. Poi ha aggiunto: “Questo è il primo caso in Nuova Zelanda in cui un decesso nei giorni successivi alla vaccinazione è stato collegato al vaccino Pfizer COVID-19. Sebbene il Center for Adverse Reactions Monitoring abbia ricevuto altre segnalazioni di decessi in qualcuno recentemente vaccinato, nessuno è considerato correlato alla vaccinazione”.

La morte della donna è oggetto di ulteriori indagini e un medico legale dovrebbe pronunciarsi sul caso. I funzionari del ministero della Salute non hanno rilasciato ulteriori dettagli, compresa l’età della donna. L’Agenzia europea per i medicinali ha evidenziato la miocardite come un effetto collaterale “molto raro” dei vaccini Covid realizzati da Pfizer e Moderna, aggiungendo che gli effetti collaterali erano più comuni negli uomini più giovani. La Nuova Zelanda è vista come uno dei Paesi modello nella gestione dell’emergenza Covid, ma va considerato che la campagna vaccinale procede davvero molto lentamente.