Ndiaga Dieng, chi è il campione maceratese a Tokyo 2020

0
422

Ndiaga Dieng, è uno dei tanti atleti azzurri che stanno partecipando alle Paralimpiadi di Tokyo 2020, ha vinto la medaglia d’oro nei 1500 metri con un 3’59’’93.

Ndiaga Dieng, chi è l'atleta paralimpico terzo nel ranking 1500m (Foto dal web)
Ndiaga Dieng, chi è l’atleta paralimpico terzo nel ranking 1500m (Foto dal web)

Questa è una delle tante medaglie guadagnate dal giovane talento dell’IPSIA Corridoni negli ultimi 4 anni, nasce nel 1999 è di origini senegalesi, mentre nel 2015 si iscrive all’IPSIA Corridoni.

Gioca a calcio nel ruolo di attaccante con risultati discreti, durante l’inverno del 2016 proprio durante la seconda superiore, mostra tutto il suo talento e velocità nella Corsa Campestre.

La sua preparazione atletica e la serietà mostrata, lo porteranno a vincere il titolo provinciale categoria DIR, mentre il professore di Scienze Motorie vide in lui delle potenzialità fondate.

Lo spronerà a tesserarsi con l’Associazione Anthropos di Civitanova Marche e anche con l’Atletica AVIS Macerata, subito dopo ci sarà il titolo regionale di Corsa Campestre conquistato nel 2017.

Mentre con il professor Zocchi nello stesso anno si aggiudica il titolo di Campione Italiano nella categoria DIR al termine di una gara coraggiosa e affrontata con molta grinta.

L’atleta spiccherà il volo da questo momento in poi, infatti dopo aver concluso il suo terzo anno di superiori conquisterà il titolo italiano vincendo gli 800m e 1500m.

>>> POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Donato Telesca, l’incidente che ha cambiato la vita al paralimpico

Ndiaga Dieng, dal tricolore alla maglia iridata, il suo successo nel 2018 durante i Mondiali INAS

L’atleta azzurro si aggiudica nei Mondiali di Atletica Indoor di Val De Reuil l’argento nei 1500 metri e l’oro negli 800 metri. Tutti attendono la sua prestazione ai giochi di Tokyo 2020, proprio per assaporare le gioie e le vittorie con lui.

L’atleta paralimpico corre per vincere diverse medaglie, e questo gli viene in maniera naturale, infatti l’atleta senegalese è riuscito a segnare un record nei 400 della categoria disabilità intellettiva e relazionale.

>>> POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Misha Palazzo, chi è il nuotatore paralimpico: carriera e successi

Il suo sogno è quello di diventare un grande atleta del mondo, un campione proprio come Usain Bolt, infatti ha dichiarato più volte che il campione è un punto di riferimento fisso per l’atleta paralimpico.

Attualmente l’atleta è terzo nel ranking mondiale 1500m, inoltre si allena ogni giorno tranne il sabato dalle ore 18 alle ore 20.