Palermo, scossa di terremoto all’alba: paura tra la popolazione

0
203

Poco dopo le 6 del mattino l’area della provincia di Palermo e parte della costa settentrionale siciliana hanno tremato a causa di un terremoto di magnitudo 4.3. Molti cittadini sono scesi in strada spaventati.

terremoto palermo
(Google Maps)

Una forte scossa di terremoto è stata avvertita alle prime ore della mattina di oggi, martedì 31 agosto, sulla costa centro settentrionale della Sicilia. La magnitudo registrata alle 06:14 dai sismografi dell’Ingv è 4.3. L’epicentro è stato localizzato in mare aperto al largo di Cefalù, a una profondità di circa 6 chilometri, nelle seguenti coordinate: latitudine 38.12, longitudine 13.89.

Dopo il sisma si sono verificate altre due scosse di entità minore, di magnitudo 2 e 2.2. L’evento principale è stato avvertito soprattutto nella zona delle Maldonie, ma secondo le prime informazioni anche nella provincia di Messina e di Trapani. I comuni situati entro 20 chilometri dell’epicentro del terremoto sono Lascari, Campofelice di Roccella, Cefalù e Gratteri. Le città più vicine con almeno 50mila abitanti sono Bagheria (a 33 chilometri di distanza) e Palermo (a 46 chilometri di distanza).

Ti potrebbe interessare anche -> Terremoto Centro Italia, 5 anni dopo: Norcia e le ferite aperte – FOTO

Palermo, paura tra la popolazione dopo il terremoto

Immediatamente dopo il terremoto di magnitudo 4.3 sono arrivate ai vigili del fuoco numerose segnalazioni da parte della popolazione allarmata, ma al momento non si registrano né danni né feriti. Molti cittadini sono scesi in strada spaventati dal movimento tellurico. Sui social si sono diffuse nel giro di poco tempo diverse testimonianze dell’evento.

“Qui ha tremato di brutto”, si legge in un tweet. “Ho avvertito un sacco il terremoto, ancora tremo”, scrive un altro utente. “Oggi sveglia turbolenta”, si legge in un altro post. “Io ero già sveglia e l’ho sentita”, commenta ancora un’altra utente. Alcuni cittadini avrebbero anche riferito, in seguito alla scossa, la caduta di alcuni oggetti in casa e l’apertura delle persiane delle finestre.