Dalida: Lucien Morisse, Luigi Tenco e gli altri amori della sua vita

0
375

Il privato della grande Dalida: Lucien Morisse, Luigi Tenco e gli altri amori della sua vita, cosa c’è da sapere sulla cantante.

Dalida e Saint-Germain

La puntata di questa sera, 3 settembre, della trasmissione di Raiuno, Techetechete, in onda dopo il telegiornale delle 20, è dedicata a una grande diva della musica internazionale, ovvero Dalida. Si racconterà della sua musica, ma anche delle sue passioni e delle sue storie d’amore. La sua morte avvenne nel maggio del 1987, per suicidio in seguito a una grave forma di depressione.

Ti potrebbe interessare –> Ultimi a Sanremo: da Tenco ai Negramaro, passando per Vasco Rossi

Vent’anni prima, moriva prima della serata finale del Festival di Sanremo, uno dei suoi più grandi amori, ovvero Luigi Tenco. Il cantautore ligure e la sua musa erano in gara in quell’edizione del Festival con il brano “Ciao amore ciao”, destinato a diventare un classico della canzone d’autore italiana. Per ragioni mai chiarite, il cantautore venne trovato morto nella sua stanza: la versione ufficiale parla ancora oggi di suicidio.

Ti potrebbe interessare –> Luigi Tenco: l’esclusione a Sanremo si trasformò in una tragedia

Non solo Luigi Tenco: gli amori di Dalida

Il primo marito della diva italiana, nata a Il Cairo e naturalizzata francese, fu nel 1961 Lucien Morisse, all’epoca direttore di Radio Europe 1. Matrimonio lampo il loro, infatti divorziarono un mese dopo e lei ebbe un flirt con Jean Sobieski, giovane pittore e attore. I due si sono incontrati a Cannes e sono anche andati a convivere, ma anche quella relazione durò molto poco. Dopo una storia di tre anni con Christian de la Mazière, nella sua vita arriva Luigi Tenco, una relazione che per molti venne portata avanti soltanto per ragioni di visibilità.

In realtà, dopo il suicidio del cantautore, anche Dalida tentò il suicidio a Parigi. Conosce poi uno studente ventiduenne italiano di nome Lucio: hanno una relazione clandestina, lei resta incinta e ricorre all’aborto altrettanto clandestino in quegli anni nel nostro Paese. Rimase così sterile. A cavallo tra anni Sessanta e Settanta, Dalida ha una relazione col filosofo Arnaud Desjardins, che però è sposato. Successivamente incontra Richard Chanfray, noto sotto il nome d’arte di Comte de Saint-Germain, stanno insieme nove anni, la sua relazione più lunga. L’uomo si suicida insieme alla nuova compagna nel 1983. Negli ultimi di vita, la cantante si fidanza col medico François Naudy: la relazione si chiude nel 1987 e poco dopo lei si suicida.