Michael K. Williams: morto l’attore di “The Wire”

0
126

L’attore di “The Wire” e la voce di “F Is for Family”, Michael K Williams, è stato trovato morto per una sospetta overdose di droga nel suo attico di Brooklyn lunedì pomeriggio, hanno riferito le forze dell’ordine.

E’ morto Michael K. Williams, attore noto per il suo ruolo di Omar Little in “The Wire“, la serie tv che racconta la società americana nel suo rapporto con il crimine legato al traffico della droga. L’uomo aveva 54 anni, ed è stato trovato morto nel suo appartamento di New York lunedì pomeriggio. Gli investigatori hanno trovato armamentario di droga vicino al suo corpo. L’indagine però è ancora in corso, per cercare di capire il modo in cui l’attore ha perso la vita. È con profondo dolore che la famiglia annuncia la scomparsa dell’attore nominato agli Emmy . Poi la famiglia di Michael Kenneth Williams chiede di avere la sua privacy durante questa perdita insormontabile.

In un’intervista del 2017 Williams ha parlato apertamente delle sue lotte con l’abuso di sostanze stupefacenti. “La dipendenza non scompare”, ha detto l’attore all’epoca, “è una lotta quotidiana per me, ma sto combattendo”.
Il 54enne, originario di Brooklyn, è apparso di recente in “Lovecraft Country – La terra dei demony“, la serie tv horror-fantasy, disponibile su NOW tv,  e nella serie animata “F Is for Family“, in cui Williams interpretava la voce di uno dei personaggi, Smokey, e lanciata dalla piattaforma Netflix. Lo show è ambientato negli anni ’70, in un quartiere della classe media degli anni 70, e le loro vicissitudini. Williams però è  diventato una figura quasi iconica per molti grazie al suo ruolo in “The Wire” come Omar Little, un personaggio armato di fucile che si guadagnava da vivere rapinando spacciatori.
Williams ha accumulato numerosi riconoscimenti durante la sua storica carriera, tra cui cinque nomination agli Emmy. La prima volta che è stato nel 2015, seguito due anni dopo per la sua parte in “The Night Of – Cos’è successo quella notte?”, una miniserie televisiva statunitense di otto puntate di genere crime. Solo una settimana fa Williams pubblicava sul suo profilo Instagram un video con il suo amico e comico statunitense Tracy Morgan. 

Il cordoglio degli amici e colleghi di Michael K. Williams

Sui social media, molti colleghi e amici di Williams hanno ricordato la profondità, la complessità e l’umanità che ha portato ai suoi personaggi sullo schermo e, soprattutto, all’uomo che era fuori dallo schermo. “Michael K Williams era un’anima bella, appassionata ed espansiva. Mi sono sentita così fortunata ad averlo conosciuto, e siamo stati tutti così fortunati ad aver goduto del suo incredibile talento”, ha scritto l’attrice Aisha Tyler sul  suo profilo Twitter. “Bruciava così intensamente. Sarai per sempre Il Re”, conclude.
Anche il regista James Gunn ha aggiunto: “Michael K Williams, oltre ad essere uno degli attori più talentuosi in circolazione, era anche una delle anime più gentili, dolci e gentili che abbia mai incontrato. È straziante. I miei pensieri sono con tutti coloro che lo amava”.
Il musicista Saul Williams ha scritto : “Per anni Wikipedia ha elencato Michael K. Williams come mio fratello. Nessuno di noi ha scelto di correggerlo, invece l’abbiamo preso in parola. ‘Siamo fratelli, yo.’ Condivideva poesie con me. Spezzavamo il pane e lo prendevamo a calci ogni volta che potevamo. Una connessione profonda e sincera. Uno spirito meraviglioso”.