Salento, nubifragio a Nardò, case auto e strade allagate in pochissimo tempo – VIDEO

0
206

Salento, in pochi minuti il comune in provincia di Lecce è stato sommerso dall’acqua, più di 50 centimetri d’altezza si sono sparsi in tutta la città.

Salento, un nubifragio si è scagliato contro la città di Nardò (Foto dal web)
Salento, un nubifragio si è scagliato contro la città di Nardò (Foto dal web)

La bomba d’acqua ha provocato diversi disagi, tra cui case, locali e strade si sono allagate, ci sono stati anche diversi danni ai locali commerciali, i comuni limitrofi sono stati colpiti dalla bomba d’acqua.

Il nubifragio si è scagliato su Nardò, in provincia di Lecce, tutto è accaduto proprio all’ora di pranzo intorno alle 13:00, gli accumuli di pioggia si sono accumulati provocando 80 millimetri d’acqua.

Circa 53 millimetri sono caduti in mezz’ora trasformando le strade in fiumi tempestosi, la popolazione ha riscontrato diversi disagi, tra i garage gli scantinati e le campagne inondate dall’acqua improvvisa.

In città l’acqua aveva superato circa 50 cm d’altezza proprio in via XXV Luglio, e in viale De Gasperi, le auto sono state ricoperte dall’acqua che si è accumulata sul manto stradale.

I pozzi d’assorbimento sono riusciti a contenere inizialmente la bomba d’acqua, ma ad un certo punto l’acquazzone ha aumentato l’intensità creando una vera e propria bomba d’acqua senza precedenti.

Nell’area dello stadio alcune persone sono uscite a nuoto dai finestrini delle auto, mentre in altre zone c’è stata l’interruzione dell’elettricità.

>>> POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Telosa: la città futuristica da 400 miliardi di dollari nel deserto americano

Salento, l’ondata di maltempo ha interrotto l’energia elettrica creando dei danni a molti edifici

Il sindaco Pippi Mellone, ha monitorato la situazione sino alle 14:00 dal Palazzo di Città, mentre intorno alle 15:00 la bomba d’acqua si è attenuata in mare lasciando una pioggia più naturale e moderata con il corso delle ore.

Ci saranno ulteriori peggioramenti nelle prossime ore, i temporali hanno raggiunto anche la città vicina di Galatone, inondando le campagne limitrofi per poi abbattersi da Santa Maria al Bagno sino a Santa Caterina.

>>> POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Uragano Ida: 45 morti nel nord-est dei Stati Uniti

La popolazione è attualmente spaventata dalla bomba d’acqua riversatasi nella città, tutti hanno cercato riparo nelle zone limitrofi cercando di recuperare i danni provocati dai violenti temporali.

La Protezione Civile e le forze armate stanno cercando di aiutare il più possibile gli abitanti delle zone colpite in maniera più drastica dalla bomba d’acqua, giungono aiuti anche dalle città meno colpite.