Terremoto di magnitudo 7.1, c’è una vittima

0
326

Terremoto in Messico nello Stato Guerrero con epicentro non lontano da Acapulco: scossa avvertita anche nella capitale e gente in strada

terremoto in giappone di magnitudo 7.1
NICOLAS ASFOURI/AFP via Getty Images

Tanta paura in Messico ieri alle 20.47 (l’1.47 in Italia) quando un terremoto di magnitudo 7.1 ha scosso il paese. Il fenomeno tellurico è stato registrato a 14 chilometri a sud-est di Acapulco ed è durato meno di un minuto, sentito distintamente dagli abitanti di Città del Messico.

Il bilancio per fortuna in termini di vita umane non sarebbe elevato con la registrazione di una vittima. Sono centinaia però le persone che hanno abbandonato le proprie abitazioni e che si sono riversate in strada. Molte le segnalazioni e le richieste di aiuto per la caduta di calcinacci dagli edifici di Acapulco. Secondo una comunicazione del governatore dello Stato di Guerrero, Héctor Astudillo, la causa della morte dell’unica vittima è la caduta di un palo a Coyuca de Benítez, città nei pressi di Acapulco.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Talebani annunciano il governo in Afghanistan: ricercato dall’FBI il Ministro Interni

Terremoto in Messico, tre anni fa quasi 400 vittime

Terremoto in messico
Terremoto in Messico (Getty Images)

Oltre alla capitale Città del Messico sono stati registrati danni anche a Morelos, Oaxaca e Puebla. In queste ore proseguono anche i controlli da parte della autorità perché non sono esclusi altri danni in diverse zone dello Stato.

Le autorità pensano di trovare nuovi crolli e danni anche in zone più remote dello Stato ma ciò che conta è che il bilancio delle vittime non sia alto. Un terremoto dello stesso magnitudo il 19 settembre 2017, provocò la morte di 369 persone. Con la nuova scossa molti hanno pensato a quei terribili momenti e chi ha qualche anno in più anche a un altro evento avvenuto oltre trent’anni fa.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Sequestrata in casa una ragazza cinese dal padre per un “amore proibito”

Il Centro America è una zona fortemente sismica con molti precedenti. In Messico è ancora aperta la ferita del terremoto del 1985 che provocò oltre 10mila vittime e il ferimento di 30mila persone.