Lino Banfi: “Se lo facessi adesso…”, e ricorda il film con Johnny Dorelli

0
104

L’attore Lino Banfi contro il politically correct: “Se lo facessi adesso…”, e ricorda il film con Johnny Dorelli, ecco perché.

(screenshot video)

Un fiume in piena l’attore Lino Banfi dopo quanto accaduto con la censura del Moige, un’associazione che a livello nazionale tutela i diritti dei genitori, che se l’è presa con una pubblicità di una nota compagnia telefonica. L’attore, nello spot, usa una sua tipica espressione colorita e viene sommerso dalle critiche. Lui ha replicato, sottolineando come l’espressione lanciata nel film “L’allenatore nel pallone”, in cui interpreta il personaggio di Oronzo Canà, è “un gioco, non c’è volgarità”.

Leggi anche -> Lino Banfi sfida la censura: “Anche l’elemosiniere del Papa…”

Il noto attore ha anche raccontato delle confezioni di sugo che portano il nome di ‘porcaputtena’ e che rischiavano di scadere. In un’intervista al settimanale ‘Chi’, ha evidenziato che quelle scatole di sugo sono andate in donazione: “Tramite un amico prete della Caritas ho contattato l’elemosiniere del Papa”. Quindi quando è arrivato il momento di rivelare il nome, il prelato ha sorriso divertito.

Leggi anche -> Lino Banfi, dedica in diretta tv: “Vai a morire ammazzato”

Il film con Johnny Dorelli: Lino Banfi ricorda una scena che oggi sarebbe censurata

“Nonno Libero”, inoltre, ha voluto ricordare una sua vecchia pellicola, in cui recita al fianco del grande Johnny Dorelli, attore da troppo tempo lontano dagli schermi. Si tratta di “Dio li fa e poi li accoppia”, uscito nel 1982 e che vede nel cast anche una giovanissima Marina Suma. Una pellicola che probabilmente oggi farebbe molto discutere: “Ero un salumiere gay e lo facevo esageratamente” – ricorda Lino Banfi – “Non le dico come servivo la mortadella al banco: se lo facessi adesso mi massacrerebbero”.

Insomma, il noto attore è davvero impietoso nei confronti del politically correct e ricorda che 40 anni fa tutto era diverso. In sostanza, la sua tesi è che c’era molta meno pressione rispetto a oggi, soprattutto nel trattare certe tematiche. Sottolinea in sostanza Lino Banfi: “Risulterei indelicato, invece all’epoca era tutto risolto con il sorriso, era solo un film divertente”. L’attore pugliese, insomma, si lascia andare ai ricordi del passato e all’amicizia con Johnny Dorelli, con cui ha girato altri film, per raccontare il presente.