Norm Macdonald, comico di Saturday Night Live, morto a 61 anni

0
164

Morto all’età di 61 anni il celebre comico americano Norm Macdonald, famoso per i suoi stand-up al programma “Saturday Night Live”. 

Il comico Norm Macdonald amato anche per la conduzione dello spezzone “Weekend Update” al programma americano “Saturday Night Live”, è morto martedì 13 settembre. A dare l’annuncio è stato il suo manager. Il 61enne sarebbe stato effetto da un cancro da diversi anni, ma ha tenuto privata la sua diagnosi. “Era molto orgoglioso della sua commedia. Non ha mai voluto che la diagnosi influisse sul modo in cui il pubblico o i suoi cari lo vedevano”, ha detto il suo collega Lori Jo Hoekstra, “Norm era un puro fumetto. Ci mancherà terribilmente”, afferma il caro amico di Nord.

Chi era Norm Macdonald

Il comico era nato a Quebec City, Quebec, Canada, ha iniziato la sua vita nel mondo dello spettacolo come cabarettista nei club di Ottawa prima di espandersi in tutto il Canada.
Divenne rapidamente noto per il suo modo impassibile e sardonico e nel 1987 gli fu data l’opportunità di esibirsi al Comedy Festival “Just For Laughs” a Los Angeles. Quel primo assaggio di Los Angeles impressionò così tanto Macdonald che decise di trasferirsi lì poco dopo, con l’obiettivo finale però ad Hollywood.
L’artista si è unito al cast di “Saturday Night Live” l’anno successivo, dove è diventato noto per le sue imitazioni di David Letterman, Larry King, Burt Reynolds, Quentin Tarantino e altri personaggi famosi. Il “Weekend Update” è uno sketch del programma e consiste nel recitare notizie fittizie di eventi attuali che il presentatore commenta in modo ironico. Al progetto Macdonald ha lavorato dal 1994 al 1998 per poi essere bruscamente licenziato dal programma semplicemente perchè è stato giudicato dal dirigente dell’azienda televisiva NBC inadatto per quel ruolo.
Macdonald ha continuato a recitare nella sua serie comica, “The Norm Show“, che è andata in onda dal 1999 al 2001. È anche apparso in film come “The People vs. Larry Flynt”, “Dr. Dolittle 2” e “Deuce Bigalow: European Gigolo”. Il periodo di conduzione del suo talk show è stato prodotto da Netflix nel 2018 intitolato “Norm Macdonald Has a Show” (clicca qui per vedere il documentario.

Il cordoglio dei colleghi

I colleghi comici hanno reso omaggio a Macdonald: “Oh mio Dio. Abbiamo perso una leggenda”, ha twittato Jim Gaffigan. “Norm era punitivamente divertente. Un punto di vista speciale unico e completamente organico. RIPNormMacDonald”, scrive in un Tweet.

“Sono assolutamente devastato dalla notizia di Norm Macdonald”, ha twittato Conan O’Brien. “Norm aveva la voce comica più unica che abbia mai incontrato ed era così implacabile e divertente senza compromessi. Non riderò mai più così forte. Sono così triste per tutti noi oggi”. Anche il senatore Bob Dole ha reso omaggio, twittando una foto di lui e Macdonald nei panni di Dole. “Norm era un grande talento e mi è piaciuto molto ridere con lui a SNL”, ha twittato Dole.
Anche il leggendario presentatore televisivo e intrattenitore David Letterman su Twitter un messaggio di cordoglio per Norm: “In molti modi, nel mondo dello stand-up, Norm era il migliore. Un’opinione condivisa da me e da tutti i colleghi. Un’opinione condivisa da me e da tutti i coetanei”. Poi continua in un Retweet: “Sono sempre stato deliziato dalla sua mente bizzarra e dal suo sguardo serio. (Sto cercando di evitare di usare la frase, “scintillio negli occhi”). È stato un vincitore di Cy Young nella commedia. Scomparso, ma impossibile
da dimenticare”, scrive David Letterman. 
Macdonald era stato nominato per esibirsi al prossimo New York Comedy Festival a novembre. che celebra la commedia in tutte le sue forme: da podcast, improvvisatori, proiezioni di film e stand-up. All’evento sono ospitati ed fatti esibire da alcuni dei i più grandi nomi del settore.