Marco Liorni: addio con Reazione a Catena, cosa sta accadendo

Il game show di “Reazione a catena” viene ‘cancellato’ dal palinstesto, ma dal 27 settembre previsto il grande ritorno.

Il palinsesto della Rai per la stagione 2021-2022 ha introdotto alcune novità per gli appassionati dei game show. Il programma “Reazione a Catena” (@reazioneacatena21) in cui si sfidano due squadre di concorrenti per indovinare le parole con indizi sempre più complessi, condotto da Marco Liorni dal 2018 non si rinnoverà per questo autunno. Al suo posto ci sarà Flavio Insinna che condurrà la nuova stagione de “L’Eredità“.

L’agenda del 56enne è fitta, infatti il game show di Rai 1 non sarà l’unico programma di cui sarà il volto. Da pochi giorni ha concluso il quiz pomeridiano “Il pranzo è servito”, in onda subito dopo il TG1, mentre in questi giorni conduce “Tutti a scuola” in coppia con Andrea Delogu. Insinna infatti si fa promotore si questa campagna di sensibilizzazione sul valore dell’educazione che si promuove come motore per lo sviluppo umano di migliaia di ragazzi e ragazze delle tante periferie del mondo.

Il conduttore romani afferma che è importante avere speranza, e credere in tutti quei milioni di persone che si sono mobilitate per un uomo che è stato in grado di andare al di là del quotidiano e di superare il senso di disperazione che ci circonda, afferma Flavio Insinna. La persona a cui si riferisce è Don Bosco, presbitero e pedagogo italiano, fondatore delle congregazioni dei Salesiani e delle Figlie di Maria Ausiliatrice.

Dalle piccole azioni nascono opere rivoluzionarie, continua il presentatore romano, e come Don Bosco, che da povero contadino torinese, ha combattuto la miseria, fame e morte per aiutare le periferie. Con la mia adesione al VIS colgo il valore profondo di una delle tante massime di questo straordinario uomo: sognate in grande che poi si avvera“, conclude Insinna.

POTREBBE INTERESSARTI: Caduta Libera, Ginevra vince 86.000 euro: ecco come ha fatto

L’interruzione di Reazione a Catena

Il programma condotto da Marco Liorni è stato interrotto già dal 23 settembre, e non è andato in onda come di consueto alle 17.30. Alle 17:15 circa, infatti, Rai 1 ha trasmesso la cerimonia di restituzione della bandiera da parte degli atleti che hanno preso parte alle Olimpiadi e Paralimpiadi di Tokyo 2020.