Spezia-Milan, dove vederla. Spazio ai giovani

0
170

Pioli tentato da Maldini junior. I liguri dopo la buona prova con la Juve ci riprovano

Spezia-Milan, dove vederla

Spezia-Milan, dove vederla

Spezia-Milan, dove vederlaStefano Pioli dopo alcune scelte obbligate, per proseguire nella corsa scudetto potrebbe invece essere tentato da altre soluzioni. Il tecnico rossonero, sempre in attesa di Zlatan Ibrahimovic, allo Stadio Picco potrebbe affidarsi all’attaccante francese Olivier Giroud, appena rientrato dopo un fastidioso mal di schiena, e soprattutto al giovane Maldini titolare, figlio e nipote d’arte di Paolo e Cesare, che potrebbe andare a sostituire uno tra Leao e Brahim Diaz. Il Diavolo vuole e deve ottenere i tre punti, per poter mantenere il passo trionfale del Napoli e magari approfittare della dura sfida che aspetta i cugini dell’Inter, con la formazione di Simone Inzaghi che dovrà affrontare una squadra tosta come l’Atalanta di Gian Piero Gasperini. Neanche quella dei rossoneri si può dire che la partita sia scontata perché, benché la Juventus non sia al meglio, i liguri hanno fatto molto bene contro la Vecchia Signora, salvata solo da una rete in extremis di De Ligt. Thiago Motta studia così come mettere in difficoltà anche il Milan, magari provando a racimolare stavolta qualche punto (diretta tv dalle 15 su Dazn). Pioli ha ribadito più volte quanto non si possa sottovalutare nessuna avversaria in questa Serie A molto equilibrata. Per vincere sarà quindi necessario affidarsi a tutti i giocatori che compongono la rosa. «Se i titolari per me sono importanti, tutti gli altri lo sono ancora di più, perché con un calendario così fitto e tante partite ravvicinate sarà necessario il contributo di tutti». Thiago Motta dalla sua non vuole invece ragionare troppo sul turnover, ma puntare sui giocatori che troverà più in forma. «Molte partite si vincono alla fine», ha spiegato, «l’abbiamo già sperimentato con il Venezia. Anche chi entra a partita in corso può fare la differenza». Nzola sembra pronto, Antiste ha già mostrato contro la squadra di Allegri che sa benissimo farsi valere in questa categoria, Gyasi è la solita certezza dello spogliatoio. Contro il Diavolo servirà il contributo di tutti e tre. L’ex centrocampista di Genoa e Inter ha messo in risalto proprio le qualità di Antiste, usate come esempio per tutta la squadra. «Si impegna tantissimo e ha il gol nel sangue. Dobbiamo migliorare la fase difensiva, ma per esempio Janis è stato l’unico contro l’Udinese a fare pressione sull’avversario affinché non tirasse in porta. Tutti devono lavorare in ogni fase della gara, anche nel sacrificarsi dietro, perché squadre come Juventus e Milan giocano molto bene tra le linee».

 

Così in campo

Pioli sa che contro questo Spezia servirà far valere tutte le differenze tecniche e mettere in risalto la qualità dei singoli. Nel tradizionale 4-2-3-1 milanista il vertice offensivo sarà così nuovamente Giroud, che con la sua esperienza dovrebbe essere faro e terminale offensivo dei giovani Leao, Brahim Diaz, Maldini e Saelemaekers, che molto bene è entrato in partita da subentrante contro il Venezia di Zanetti. In mediana potrebbe essere nuovamente Tonali il titolare al fianco di Kessié, ormai sempre più padrone del centrocampo rossonero. In difesa sarà invece riproposta la coppia Romagnoli-Tomori, con Theo Hernandez a sinistra e Kalulu a destra, per via degli infortuni di Kjaer e Calabria. In porta l’ormai certezza Maignan, che fino a questo momento non ha fatto assolutamente rimpiangere un portiere come Donnarumma. I padroni di casa proveranno a giocare con lo stesso modulo, rispetto al classico 4-3-3. Titolare potrebbe essere Nzola come centravanti, mentre più larghi potrebbero essere confermati Gyasi e Antiste. Maggiore sarà con tutta probabilità il trequartista alle spalle della punta. In mediana Sala e Ferrer, mentre davanti all’estremo difensore Zoet, saranno Nikolaou e Hristov a dover neutralizzare Giroud. I terzini di Motta saranno invece Bastoni, di recente anche autore di un gol e Amian. Con la Juventus ha accarezzato l’idea dei tre punti, con il Milan sarà ancora più dura, ma questo Spezia ha imparato a credere nei propri mezzi. Non è escluso che possa esserci una sorpresa, anche se i rossoneri non hanno punti da perdere.

 

Potrebbe interessarti anche: Sampdoria-Napoli 0-4: Doriani travolti

Segui gli aggiornamenti della Serie A su Twitter