Come fare lo SPID in poche e semplici mosse

Tutto quello che c’è da sapere sull’identità digitale SPID utile per molte operazioni online nella Pubblica Amministrazione.

SPID (Sistema Pubblico d’Identità Digitale), è diventato per tutti quasi indispensabile per poter accedere a varie misure di sostegno al reddito indette dal governo, come il bonus vacanze, il bonus baby sitter, per comunicare con le pubbliche amministrazioni e gli enti privati aderenti.

Lo SPID è una credenziale che si compone di uno username e una password. A poterlo richiedere sono tutti coloro che hanno compiuto 18 anni, sono in possesso di un documento italiano in corso di validità, della tessera sanitaria o del tesserino del codice fiscale, di un’email ed un numero di cellulare. Le credenziali possono essere richieste anche non solo per la persona fisica, ma anche società, enti e imprese che vogliono utilizzare la propria identità digitale per accedere ai servizi online.

Come attivare lo SPID

Per attivare le credenziali online bisogna rivolgersi ai gestori accreditati: Aruba, Infocert, Intesa, Lepida, Namirial, Poste Italiane, Sielte, SpidItalia, Tim, non tutti però garantiscono il servizio gratuitamente. Uno dei gestori più utilizzati in Italia con il rilascio di oltre 15 milioni di identità digitali, è Poste Italiane, che offre il servizio senza costi aggiuntivi.

Una volta individuato il gestore che ti permette di completare la procedura di registrazione in maniera per te più semplice, in quanto le credenziali rilasciate hanno tutte la stessa validità. Le modalità di riconoscimento attive sono di persona, presso gli uffici dei gestori che hanno attivato una procedura allo sportello per la verifica della tua identità; via webcam, tramite un operatore messo a disposizione dal gestore che validerà la tua identità oppure tramite un selfie audio-video; con Carta d’Identità Elettronica (CIE); oppure con CIE, Carta Nazionale dei Servizi (CNS) ovvero la tessera sanitaria, oppure con firma digitale.

POTREBBE INTERESSARTI: Bonus auto usate, come risparmiare fino a 2000 euro

La registrazione consiste in tre passaggi: inserimento dei dati anagrafici, creazione delle credenziali Spid, riconoscimento da effettuare secondo le modalità offerte dal gestore.