GF Vip, Manila Nazzaro: Frase irripetibile, “va squalificata”

0
240

Tensione al GF Vip, Manila Nazzaro si lascia sfuggire una frase irripetibile e il web insorge: “Va squalificata”.

(screenshot video)

Potrebbe esserci in queste ore la prima squalifica del Grande Fratello Vip di quest’anno: dopo le polemiche per le mancate prese di posizione dei giorni scorsi da parte della produzione, adesso scatta l’ennesima richiesta di sanzione. Frasi sessiste e comportamenti al limite, almeno per il momento, non sono mai stati sanzionati, per cui qualcuno si aspetta che anche questo episodio possa passare in sordina.

Ti potrebbe interessare anche –> Manila Nazzaro accende subito la casa del GFVIP: “Mi sta antipatica” – VIDEO

Ma in larga parte, i commentatori del reality show più amato della televisione italiana non hanno dubbi sul fatto che un comportamento e una frase del genere debbano essere sanzionati. In un’edizione che probabilmente verrà ricordata per uno dei momenti più bassi di sempre, con Amedeo Goria che prova a infilarsi nudo sotto le lenzuola di Ainett Stephens, rischia la squalifica chi meno te lo aspetti.

Ti potrebbe interessare anche –> Manila Nazzaro: “qualche settimana fa abbiamo perso il nostro bimbo”

La frase di Manila Nazzaro è da censurare: scatta la squalifica?

Manila Nazzaro

Manila Nazzaro, ex Miss Italia, è sembrava finora una delle meno “partecipi” di tutta una serie di risvolti e di episodi legati alla permanenza nella casa più famosa d’Italia. Ma adesso per lei rischia di scattare la sanzione più pesante. Tutto avviene mentre lei e Miriana Trevisan si stanno pettinando e la ex Miss Italia prima sottolinea come sia in possesso di molti elastici per fermare i capelli, poi si rende conto che non è così.

Ma cosa è successo? La gieffina, a quanto pare, aveva questi elastici “nel beauty che è tornato a casa”. Quindi ha completato il suo ragionamento, fatto di parole in libertà, paragonandosi a una persona affetta da sindrome di Down. Per farlo – forse non è nemmeno il caso di dirlo – ha usato quell’espressione irripetibile con cui vengono apostrofate le persone con questa forma di disabilità. Una parola che ha scatenato il web, che chiede che vengano presi – almeno questa volta, quando si urta un certo tipo di sensibilità – provvedimenti drastici.