California: rischio disastro ambientale a causa di una marea nera

0
51

Proprio in questi giorni sono stati tanti i summit internazionali e gli eventi con al centro le discussioni sul clima. Il tema della tutela ambientale è entrato come focus all’interno di molte agende dei governi, ma le misure sono state spesso criticate dagli ambientalisti e dagli esperti sul clima. Dalla California arriva la notizia di un disastro ecologico causato da un guasto ad un oleodotto che ha riversato nell’Oceano Pacifico circa 126mila galloni di petrolio. 

HUNTINGTON BEACH, CALIFORNIA – OCTOBER 03 – (Photo by Mario Tama/Getty Images)

Dalla California arriva la notizia di un guasto a un oleodotto, a largo della costa della contea di Orange che ha causato una marea nera, riversando nell’Oceano Pacifico circa 126mila galloni di petrolio. Si tratta di Circa 3.000 barili di petrolio. Il riversamento è stato rilevato a circa cinque miglia al largo delle coste di Huntington Beach e Newport Beach nella giornata di sabato. Il sindaco di Huntington Beach ha espresso la gravità della situazione, facendo fin da subito intendere che la costa era stata ricoperta di petrolio.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Clima: il ghiaccio marino Artico ha raggiunto il suo minimo annuale

Il riversamento è stato causato da un oleodotto a largo del Pacifico, sulla costa della contea di Orange. Il New York Times e la CBS News hanno riportato che molti pesci e uccelli sono morti e si sono arenati sulle spiagge vicine e che le stesse autorità hanno invitato gli abitanti del posto a segnalare i casi di animali ricoperti di petrolio e di non avvicinarsi. Probabilmente, la piattaforma petrolifera che ha subito il guasto, appartiene ad una società offshore chiamata Elly, di Beta Offshore. Al momento sarebbero stati bonificati o perlopiù circoscritti 3.150 galloni di petrolio.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> La lontra marina è un grande alleato contro il cambiamento climatico

Come spiega la BBC le autorità locali stanno cercando di contenere la fuoriuscita tramite delle apposite barriere. La United States Coast Guard sta i queste ore monitorando la situazione, relativa soprattutto alle specie che hanno subito i danni ambientali: a Los Angeles le spiagge sono state chiuse e sono stati annullate le gare di surf. Sull’evento sono scattate anche le indagini su una possibile violazione nella gestione dell’oleodotto.