Squid Game, uno dei protagonisti della serie Netflix è diventato padre

0
176

Squid Game, la serie è uno dei nuovi fenomeni virali lanciati su Netflix, in questi giorni sta cercando di battere ogni record.

Squid Game, uno dei protagonisti è diventato padre (Foto dal web)
Squid Game, uno dei protagonisti è diventato padre (Foto dal web)

Il cast ha annunciato una bellissima notizia con i fan, l’attore coreano Park Hae Soo nella serie interpreta Cho Sang-woo, è diventato padre per la prima volta, il personaggio interpretato è considerato nel suo quartiere una leggenda.

Proprio perché è stato in grado di costruire un impero finanziario, il suo castello di carte crollerà per poi trovarsi senza soldi e al verde, Park Hae Soo è uno dei personaggio più importanti della serie Netflix.

Il suo annuncio è giunto qualche ora fa tramite una nota ufficiale dell’agenzia che gestisce l’attore, la BG Entertainment, la quale ha dichiarato che la moglie di Park Hae Soo ha dato alla luce il primo figlio, facendo diventare padre Park Hae Soo.

L’attore si è definito l’uomo più felice del mondo proprio per le congratulazioni immense dei suoi fan, le quali sono giunte da tutto il mondo. Il thriller psicologico è prodotto in Corea del Sud, e ricorda molto lo stesso stile del film Hunger Games.

La trama si svolge tra un gruppo di persone senza soldi, piene di debiti da pagare, la quali accetteranno di partecipare ad un gioco al massacro.

>>> POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Causa a Netflix per La regina degli scacchi: i motivi

Squid Game, i partecipanti e i protagonisti del serial cercheranno di vincere un montepremi

Partecipando a questo gioco al massacro, i personaggio cercheranno di cambiare per sempre vita, chi non passerà uno dei giochi in programma perderà la vita.

Verrà ucciso dalle guardie senza volto le quali gestiscono l’isola misteriosa dove si svolgerà il serial game. La serie tv è diventata un vero fenomeno globale dopo che è stata rilasciata su Netflix, il successo è stato così grande che la SK Broadband ha intentato una battaglia legale per il grande successo della serie tv coreana.

>>> POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Netflix, Giancarlo Esposito sarà il protagonista della serie Jigsaw

La prima azione legale giunse nel 2020, Netflix si appellò all’obbligo di pagare la tassa sul traffico, proprio perché stava generando dei contenuti su larga scala. Il tribunale di Seul aveva dato ragione alla Sk Broadband, la quale dichiarava che il servizio ha un costo ed è stato ragionevole.

Netflix è stata accusata di dover fornire qualcosa in cambio di quel servizio, con la nuova azione legale intentata dalla società la SK Broadband ha chiesto circa 20 milioni di euro solo per l’anno 2020.