Kim contro gli USA: “sono la causa principale dell’instabilità”

Kim lancia accuse dirette agli Stati Uniti e punta il dito anche contro Seul, ritenuta dal dittatore della Corea del Nord “ipocrita”. Le accuse sono state lanciate dal leader nordcoreano durante un discorso tramesso in televisione. Kim ha parlato anche della questione militare, affermando di voler costruire un esercito “invincibile”.

(Photo by Chung Sung-Jun/Getty Images)

Il dialogo tra la Corea del Nord e gli Stati Uniti sembra allontanarsi sempre di più. La netta espressione di Kim Jong-un, durante un discorso trasmetto in tv, segna ancora una volta lo spartiacque tra i due Paesi. Ancora una volta, il leader della Corea del Nord, ha ribadito il fatto che gli Stati Uniti siano un attore destabilizzante per gli equilibri della penisola coreana. “Gli Stati Uniti sono la causa principale dell’instabilità” ha dichiarato Kim nel suo discorso, durante un evento per celebrare i 76 anni della fondazione del Partito dei Lavoratori – aggiungendo anche il fatto che, a suo dire, i tentativi di dialogo di Washington non escludono l’ostilità degli Stati Uniti.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> La Corea del Nord ha lanciato un altro missile antiaereo

Il discorso del dittatore nordcoreano è stato diretto, definendo senza mezzi termini la Corea del Sud “ipocrita”, poiché, ha spiegato il leader nordcoreano, la Corea del Sud farebbe il doppio gioco, promuovendo da una parte la pace e, dall’altra, potenziando il proprio arsenale. Ed è proprio sul discorso del potenziamento del settore bellico, che Kim ha riferito che, lo sviluppo delle armi è una questione di difesa e che questo non ha il fine di attaccare in futuro la Corea del Sud, ma di proteggersi “dall’invasione degli Stati Uniti. Kim riduce tutto ad una questione di difesa, ma basti pensare che, quattro anni fa, la Corea realizzò e testo un missile intercontinentale, in grado di raggiungere gli Stati Uniti. Un campo su cui la Corea ha sempre di più accelerato, fino a raggiungere importanti risultati. A nulla sono servite le sanzioni delle Nazioni Unite nei confronti della Corea del Nord per lo sviluppo dell’arsenale nucleare. Kim, ha continuato negli anni a investire nello sviluppo bellico, per raggiungere risultati sempre più concreti ed esprimere, quasi in modo minaccioso, il potenziale della Nordcorea, con dimostrazioni, poi rivelate attraverso le immagini, di super missili e tecnologie evolute.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Perché la Corea del Nord rifiuta i vaccini del programma COVAX?

Dall’altro versante, proprio lo scorso mese, la Corea del Sud aveva lanciato e testato il suo primo missile lanciato da un sottomarino. Inoltre, su questa sponda, la presenza dei soldati militari è diventata ancora più massiccia, fino ad arrivare a quasi 30mila unità. Con un tira e molla, le due Coree hanno da poco riaperto il dialogo, ancora in fase embrionale e forse poco concreto. La Corea del Nord, ha però, allo stesso tempo, rifiutato i tentativi di dialogo da parte degli Stati Uniti, aumentando da una parte gli attriti che, però, come ha più volte ribadito il presidente Joe Biden, sono assenti, perlomeno, da parte degli USA.