Le creme solari dannose a causa dell’ossido di zinco

0
271

Molti di noi, soprattutto durante l’estate, utilizzano spesso le creme solari per proteggersi dal sole e dalle conseguenze di una esposizione prolungata. Adesso però, uno studio mette in discussione le creme solari contenenti l’ossido di zinco che, in tali casi potrebbe danneggiare sia l’ecosistema ma anche non sortire gli effetti desiderati sulla pelle.

(Photo by Scott Olson/Getty Images)

Uno studio prodotto in Oregon e pubblicato sulla rivista scientifica Photochemical & Photobiological Sciences, ha definito le miscele di creme solari e ossido di carbonio controproducenti, sia per quanto riguarda l’impatto ambientale. Gli effetti tossici e l’abbassamento della qualità protettiva arriverebbe non arriverebbe dal minerale ma dalla miscelazione tra componenti. Lo studio è stato condotto dai ricercatori sui pesci zebra, affinché rilevassero gli effetti del mix anche sugli ambienti marini.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Ambiente: la foresta amazzonica sta per collassare

Lo studio ha affermato che la protezione dai raggi Uv, subisce una riduzione che va dall’84,3% fino al 91,8% nelle preparazioni che contengono l’ossido di zinco – contro il 15,8% senza l’ossido di zinco. Lo studio spiega comunque che le creme protettive sono sempre consigliate – diverso il discorso che riguarda i mix: un autore dello studio ha spiegato, come riporta l’Agi, di non “mescolare le creme con l’ossido di zinco, sia intenzionalmente per creare filtri solari ibridi, sia incidentalmente, ad esempio spalmando la crema sopra a un’altra che invece è composta dal minerale”.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Sostenibilità: l’impatto dei cosmetici sull’ambiente

Lo studio è stato effettuato anche per rilevare la tossicità – difatti, il team ha messo in contatto per cinque giorni gli embrioni del pesce zebra con il mix con l’ossido di azoto, notando situazioni di sottosviluppo .In quelli senza l’ossido gli effetti sono stati invece minori. Lo studio spiega anche che la situazione di tossicità si sviluppa non con il singolo ossido di azoto ma solo nei casi in cui avviene il miscuglio. Inoltre, il test è stato effettuato esponendo un gruppo ai raggi solari – in tutti i casi, tranne dove la crema non è stata mixata, gli embrioni hanno subito la tossicità del mix.