“Mi ha tirato un pugno in faccia”, la clamorosa denuncia di Francesco Facchinetti

0
295

Clamorosa denuncia di Francesco Facchinetti: “A Conor McGregor è andato il cervello in nero e mi ha dato un pugno in faccia”. L’incredibile motivo

Francesco Facchinetti

Finisce male, malissimo una serata di festa e di lusso all’Hotel The St. Regis Rome. Uno dei pezzi pregiati della nota catena Marriott situato in Via Vittorio Emanuele Orlando a Roma a pochi passi dalla stazione Termini.

Era in corso una serata di gala e tra gli ospiti c’erano il campione mondiale di arti marziali miste, Conor Mc Gregor e l’artista italiano Francesco Facchinetti in compagnia della moglie Wilma Helena Faissol.

—>>> Leggi anche Francesco Facchinetti, brutto episodio per la figlia: interviene il fratello

Il campione di arti marziali, 50.000 followers su Instagram, come si evince dal proprio profilo social è in vacanza a Roma in attesa dei prossimi impegni. E la sera di sabato 16 ottobre ha cenato, come sempre accompagnato da quattro guardie del corpo, nel lussuoso hotel. Durante la serata ha familiarizzato con Francesco Facchinetti, da sempre suo grand fan e signora.

Conor McGregor colpisce con un pugno in viso Francesco Facchinetti

Ma all’improvviso qualcosa è andato storto. Secondo quanto riferiscono sia la signora Wilma che l’ex Deejay Francesco dai rispettivi account Instagram McGregor ha sferrato un pugno in pieno volto dell’artista italiano. Ignoti i motivi dell’accaduto, ma evidenti le conseguenze.

Francesco Facchinetti alla prime ore del mattino di oggi, domenica 17 ottobre, compare in una concetenazione di Instagram Stories con il labbro gonfio, con l’interno del lato superiore del lato inferiore tagliati e con il naso gonfio, forse fratturato.

Instagram Francesco Facchinetti

Lo stesso figlio dell’ex cantante dei Pooh specifica che potrebbe lasciar correre ma che la follia dell’accaduto, “Abbiamo cenato, parlato, riso e scherzato per due ore insieme” lo fa propondere quanto meno per la denuncia pubblica dei fatti.

Negli Highlights Facchinetti invita l’Hotel St.Regis a mettere a disposizione le immagini delle telecamere interne della sicurezza per dimostrare che non ci sono state discussioni o liti. Ma, sempre secondo la versione dell’artista, solo un momento di follia di McGregor.

“Ero un suo grande fan – sottolinea Facchinetti – ma evidentemente gli è andato il cervello in nero”. E ancora, chiude con rammarico, “Poteva colpire anche mia moglie, poteva finire malissimo”. Chiaro e diretto il riferimento al fatto che la forza di McGregor unita alla perizia nelle arti marziali miste lo obbliga ad una grande attenzione nell’uso dei doni di cui è dotato.