Franco Cerri, ecco al posto di chi girò lo spot dell’uomo in ammollo

0
470

E’ morto a Milano, all’età di 85 anni, il grande chitarrista jazz Franco Cerri, da molti ricordato per lo spot della Bio Presto dell’Uomo in Ammollo. Ecco come nasce la fortuna pubblicità

Franco Celli Uomo in Ammollo

E’ morto oggi, lunedi 18 ottobre, a Milano, dove era nato, il grande chitarrista jazz e docente di musica contemporanea Franco Cerri. Il prossimo 26 gennaio avrebbe compiuto 86 anni. La sua è stata una parabola artistica incredibile, una parabola che, da autodidatta, comprò la prima chitarra a credito, lo ha portato a diventare uno degli artisti del genere più apprezzati in assoluto a livello internazionale.

—>>> Leggi anche Bongo Cha Cha Cha, la storia del tormentone virale su Tik Tok e Spotify

Basti pensare che ha lavorato con artisti del calibro di Chet Baker, Billie Holiday, Dizzy Gillespie, Django Reinhardt e Jean Luc Ponty. Ed è uno dei tre artisti italiani indicati alla voce jazz nella Enciclopedia Universale Treccani.

Ma Franco Cerri era, anche, un grande compositore di jingle pubblicitari e proprio da questa sua attività nasce, nel lontano 1968, lo spot che lo fa conoscere al grande pubblico. Parliamo della famosa pubblicità della Bio Presto, quella dell’Uomo in Ammollo, quella del “non esiste lo sporco impossibile”, quella che per quasi 20 anni abbiamo visto tutte le sere in televisione.

Come nasce lo spot L’Uomo in ammollo con Franco Cerri

Ma come nasce il famoso spot? Come detto Franco Cerri collaborava con varie agenzie pubblicitarie come compositore di jingle. Nel 1967 la Henkel, titolare del marchio Bio Presto, commissiona alla agenzia Lintas la nuova pubblicità. L’agenzia fa il provino a diversi artisti tra cui il mitico attore inglese Peter Sellers.

Sembra lui il favorito per la scelta finale, ma all’ultimo, a sorpresa, la Henkel decide di usare il volto di Franco Cerri per lo spot. Sarà un successo clamoroso. Lo spot andrà in onda dal 1968 al 1980 e, fino a metà anni Ottanta, nella variante Bio Presto lavatrice. Ne parliamo ancora oggi. Da segnalare che lo spot oltre a concedere a Cerri una grande popolarità extra il mondo del jazz regalò alla Henkel un maggiore introito di oltre il 12%.