Manovra economica, tasse e fondi per il Reddito: le misure in programma

0
274

Manovra economica, giù le tasse, fondi per il Reddito e rifinanziamento del Superbonus 110%: il governo approva il Documento Programmatico

Ieri il Consiglio dei Ministri ha approvato il Documento Programmatico di Bilancio che delinea quella che sarà la Legge di Bilancio del prossimo anno.

Mario Draghi (Getty Images)

Tanti i temi sul tavolo ma ci sono dei capisaldi che vanno a modificare alcuni punti fondamentali dell’economia degli anni precedenti. Gli elementi più importanti si possono riassumere nella stretta anti-furbetti del Reddito di Cittadinanza, un’uscita anticipata dal lavoro e una riduzione delle tasse di circa 8 miliardi di euro. La manovra dovrebbe essere di 23 miliardi di euro e il documento è stato approvato all’unanimità, nonostante alcune riserve della Lega.

Per l’approvazione vera e propria ci vuole più tempo. Forse la settimana prossima sarà convocato il CdM per discutere solo di ciò ma è possibile che slitti alla settimana prossima visti gli impegli europei di Draghi giovedì e venerdì prossimo.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Laura Granato, senatrice No Green Pass: caos a Palazzo Madama

Uno dei temi caldi per la Lega è il sistema pensionisti di quota 100, apporvato ai tempi del primo governo Conte. Per superarlo ma per evitare di tornare al cosiddetto scalone della Fornero si pensa a un periodo di transizione e passare quindi a quota 102, andando in pensione con un’età minima di 64 anni e almeno 38 anni di contributi.

Manovra, le altre misure in cantiere: via Iva sugli assorbenti e taglio al cuneo fiscale

Per il 2022 è previsto 1 miliardo di finanziamento del Reddito di Cittadinanza. In totale tra le spese già previsiste e nuovi fondi, come ques’anno la cifra della misura sarà di 8,8 miliardi di euro. È previsto anche un controllo maggiore per stanare i tanti furbetti del RdC e un maggiore impegno per inserire i beneficiari nel mondo del lavoro.

governo draghi al lavoro per un nuovo taglio delle tasse
Credit: Pixabay

Altro tema caldo è quello del taglio al cuneo fiscale (la differenza tra stipendio lordo pagato dalle aziende e il netto percepito dai lavoratori) che dovrebbe essere di circa 8 miliardi perché si va da un minimo di 6 a un massimo di 10.

È prevista anche un Tampon tax: l’Iva attualmente è al 22% e per i gli assorbenti e altri prodotti indispensabili per l’igiene femminile dovrebbe esserci il taglio del 10%.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Bimba di 5 anni muore sotto una porta di calcio: tragedia in provincia di Roma

Per quanto riguarda il Superbonus edilizio del 100% dovrebbe essere prorogato fino al 2023 ma solo per i lavori condominiali mentre dovrebbero restare per gli immobili unifamiliari, le ville e villette gli ecobonus edilizi del 50% e del 65%.