Zerocalcare, la serie Strappare lungo i bordi: quando esce

Zerocalcare, la serie Strappare lungo i bordi è stata presentata con i primi due episodii alla Festa del Cinema di Roma

Strappare lungo i bordi di Zerocalcare (screen)

Strappare lungo i bordi si può forse definire uno snodo importante della carriera artistica chiaramente in evoluzione di Zerocalcare (all’anagrafe Michele Rech, classe 1983). I primi due episodi della serie targata Netflix sono stati mostrati alla Festa del Cinema di Roma e il successo è stato enorme. Il fumettista, anche se secondo i più esperti è riduttivo definirlo solo così, con questo lavoro ha fatto parlare di più il mondo periferico tipico del rap, mischiato a una vena malinconica e cinica.

Questa non è la prima esperienza nel mondo animato perché già nel 2018 era uscita la versione cinematografica de La Profezia dell’Armadillo. Nella nuova e breve serie oltre al protagonista con la maglia con il teschio ci sono Secco, Sarah, l’Amico Cinghiale e Armadillo che ha la voce di Valerio Mastrandrea, a spasso per Roma con i sentimenti della disillusione dei giovani-adulti di oggi, ricordando l’adolescenza e le aspettative dei primi anni Duemila.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Amazon Video, Jack Ryan torna con la stagione 4 in streaming

Zerocalcare, la serie Strappare lungo i bordi: online tra meno di un mese

L’ambientazione è quella che l’autore definisce la sua comfort zone e la narrazione è fatta di flashback e aneddoti che vanno dall’infanzia fino ad oggi accompagnati dalle storie di Sarah e Secco.

Si passa quindi per MSN, la prima vera piattaforma che ha reso le nostre relazioni frequenti davanti a uno schermo, passando per gli SMS che hanno aperto la strada alle chat istantanee dei social moderni.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Lulù Selassiè: tremenda confessione al Grande Fratello Vip

Il racconto ovviamente non è fine a sé stesso perché dietro c’è comunque la volontà di evidenziare vizi (per la maggiore) e virtù che ci portiamo dietro e dentro come il maschilismo e la condizione svantaggiosa della donna o del sistema scolastico, indicando tutto con tante metafore. Tutti gli episodi saranno disponibili su dal prossimo 17 novembre.