Giovani scambiati per ladri e uccisi: fermato il camionista che ha sparato

Continua la vicenda dei due giovani scambiati per ladri e uccisi a Ercolano. Il camionista che ha commesso l’errore fatale è stato fermata nel corso della notte. 

Il camionista che ha sparato a due giovani che aveva scambiato per ladri la scorsa notte è stato fermato dagli agenti: il suo nome è Vincenzo Palumbo e ha 53 anni.

Carabinieri
Carabinieri (Getty Images)

Palumbo ha dichiarato di essere “profondamente addolorato” per il suo tragico errore, per il quale hanno perso la vita Giuseppe Fusella e Tullio Pagliaro.

Vincenzo Palumbo, il camionista è stato fermato per duplice omicidio

Vincenzo Palumbo è stato fermato per duplice omicidio: il camionista la scorsa notte ha sparato e ha ucciso Giuseppe Fusella e Tullio Pagliaro, rispettivamente di 26 e 27 anni, dopo aver pensato erroneamente che fossero dei ladri. La tragedia è avvenuta a Ercolano, a Napoli.

Duplice omicidio ercolano
Via Marsiglia Ercolano (screen Google)

I due amici abitavano a Portici e si erano fermati a parlare in auto, nelle vicinanze dell’abitazione di Palumbo in via Marsiglia. Il camionista ha scambiato i due per ladri ed ha premuto più volte il grilletto della sua pistola, legalmente detenuta.

Palumbo, dal suo colloquio in Procura, ha raccontato di aver subito un’aggressione qualche settimana fa che avrebbe lasciato il segno nella sua vita: l’uomo ha spiegato di essere stato assaltato mentre si trovava in auto insieme alla moglie e alla figlia e si essere stato derubato della sua vettura. Tutto ciò sarebbe avvenuto in una zona diversa da quella della sua abitazione.

Il camionista ha dichiarato anche che, recentemente, nella zona della sua villetta sono stati denunciati vari furti. Palumbo, quindi, avrebbe sparato ai giovani per via del trauma subito nelle scorse settimane e per la preoccupazione data dall’allarme criminalità nel suo quartiere. Quanto detto dall’uomo, però, non ha ancora trovato un riscontro nelle indagini: nella sua zona, infatti, non sono stati registrati furti negli ultimi mesi.

Vincenzo Palumbo ha chiesto scusa alle famiglie di Giuseppe Fusella e Tullio Pagliaro. “Il mio assistito è enormemente dispiaciuto del tragico epilogo” ha riferito Francesco Pepe, l’avvocato difensore, dichiarando che non era nelle sue intenzioni uccidere i due giovani. “Aspettiamo che la magistratura faccia il suo lavoro” ha poi dichiarato Pepe.