Gerry Scotti contro il Covid: “Dovevo guarire per mia nipote”

Gerry Scotti racconta della grande paura quando ha saputo di avere il Covid-19 in forma grave tanto da essere ricoverato in ospedale.  

Gerry Scotti racconta la drammatica esperienza che ha fatto contraendo il Covid-19, che l’ha portato in un letto d’ospedale con la paura di non passare la notte. Il primo pensiero del presentatore è andato a sua nipote Virginia, quando i dottori gli avevano detto che il virus l’aveva colpito in maniera violenta. “Mi sono detto: devo guarire perchè tra un mese nasce mia nipote ed io ci voglio essere”, racconta scotti.

POTREBBE INTERESSARTI: Alex Belli squalificato? Battute choc su Bortuzzo

Gerry Scotty (gettyimages)
Gerry Scotty (gettyimages)

Gerry Scotti ha vissuto il Covid in prima persona in un letto di ospedale con la paura di non farcela.  A metà dello scorso novembre il celebre presentatore di “Chi vuol essere milionario”, racconta con un post sul suo profilo instagram (@gerryscotti) di aver contratto il Covid: “Volevo essere io a dirvelo: ho contratto il COVID-19. Sono a casa, sotto controllo medico. Grazie a tutti per l’affetto e l’interessamento”.

Il presentatore era stato ricoverato all’Humanitas di Milano quando ha capito che la Tachipirina non faceva effetto, dunque si è appellato a “quelli che hanno fatto la pratica”, dice Scotti. All’ospedale gli hanno affiancato una macchina che gli portasse ossigeno tramite una cannula endotracheale che gli permettesse di respirale, ed un “casco” che aiutava il polmone a contrarsi e dilatarsi. “Quando l’ossigeno non arriva agli organi, la saturazione comincia a scendere e la batteria del tuo telefono comincia a spegnersi”, racconta il presentatore.

POTREBBE INTERESSARTI: Gerry Scotti: “Non voglio il vitalizio”, il passato in politica del conduttore

Scotti si sentiva un senso si spossatezza – paragonandolo ad una maratona non corsa – tanto da essere ad un passo dalla terapia intensiva. La sua stanza infatti era tra il reparto dove c’erano i degenti meno gravi e quello intensivo, per 36 ore. “Ho rivisto tutto ciò che è stato, tutto ciò che è e penso tutto ciò che sarà”, afferma Gerry Scotti.