Lutto nelle serie tv: morta JoAnna Cameron, fu la prima eroina dei telefilm

É morta JoAnna Cameron, un’attrice americana conosciuta soprattutto per aver preso parte alla serie tv degli anni ’70: “Isis” il primo personaggio femminile in televisione con i superpoteri. La donna ha recitato anche come guest-star nelle serie Daniel Boone, Reporter alla ribalta, Marcus Welby, Colombo, L’uomo ragno, Switch. Mentre Joanna è apparsa anche sul grande schermo nel film “Amo mia moglie”, “… E dopo le uccido”. La 73enne è morta il 15 ottobre a Oahu, nelle isole delle Hawaii.

POTREBBE INTERESSARTI: “Ha bestemmiato”, il pubblico del GF Vip chiede la squalifica

JoAnna Cameron (gettyimages)
JoAnna Cameron (gettyimages)

La causa della morte dell’attrice è stata una complicazione dovuta ad un ictus. Cameron è entrata nel mondo del cinema nel 1969 con una piccola parte in un film di Bob Hope che le ha aperto la strada verso questa carriera. Successivamente è apparsa in tv come protagonista della serie tv “Isis” nel settembre 1975, due mesi prima che Lynda Carter sbalordisse il pubblico con “The Bionic Woman. Nella serie tv Cameron interpretava il ruolo di Andrea Thomas, un’insegnante di scienze del liceo che aveva acquisito i poteri di Iside, la dea egizia della guarigione e della magia. La donna quindi aveva il potere di correre alla velocità di una gazzella, volare come un falco e avere una forza sovrumana, e li usa per combattere il crimine.

Cameron oltre ad essere una straordinaria attrice è entrata nel mondo della tv anche come modella televisiva per sponsorizzare prodotti commerciali. Il Guinness dei primati ha affermato nel 1979 che era apparsa in più di 100 spot pubblicitari sulla rete televisiva, più di chiunque altro nella storia della pubblicità. Tra i prodotti promossi dalla bellissima attrice ci sono statti cosmetici, shampoo, vino, birra, collant e tanto altro.

POTREBBE INTERESSARTI: Too Large, Vanessa Cross prima e dopo il reality show di Real Time

JoAnna ha usato in prima persona sci, tute per le immersioni subacquee, un jet, un’auto da corsa e tutto ciò che promuovesse. L’attrice ha volato anche con la pattuglia acrobatica della Marina degli Stati Uniti, i Blue Angels, e ha lavorato proprio per promuovere la Marina militare statunitense.