Kasia Smutniak e la malattia: “Non passava, mi sono rivolta ai santoni”

Kasia Smutniak, l’attrice ha raccontato del dramma vissuto per via della malattia e del cambiamento che ora accetta

Kasia Smutniak ha affrontato una malattia così brutta e difficile che per provare a risolvere i gravi problemi che le causava si è addirittura rivolta ai santoni.

Kasia Smutniak Lui è peggio di me

In un’intervista a Vanity Fair l’attrice aveva confessato che per combatterla aveva usato ogni modo ma non trovava nessu rimedio. Ovviamente era passata prima dai medici, ma la disperazione è stata tanta che si è affidata a mani sbagliate.

La donna ha dovuto affrontare la vitiligine, una malattia alla pelle che provoca delle macchie bianche. Era addirittura arrivata a truccarsi le mani quando doveva accompagnare il figlio a scuola.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Un Professore: un ottimo debutto per la nuova fiction Rai con Gassman

Kasia Smutniak, la nuova battaglia

Dai santoni, ovviamente, non ha risolto nulla. Come succede spesso, purtroppo, chi diffonde false speranze di guarigione lo fa approfittando della disperazione delle persone.

Kasia Smutniak (Getty Images)

Qualcosa era scattato in lei quando tra le “cure” proposte c’era la bruciatura di conchiglia sul viso o sotterrare il pelo di capra in giardino.

A quel punto aveva deciso di accettarsi com’è. E da lì è nata anche un’altra battaglia, quelle contro il fotoritocco. L’attrice nell’intervista aveva dichiarato che a quarant’anni bisogna rivendicare il cambiamento. Proprio uno dei santoni al quale si era rivolto aveva detto che era come un serpente, cambia pelle.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> GF Vip: nella casa è guerra tra Katia Ricciarelli e Alex Belli

E il cambiamento lo rivendica anche con i giornali. Alcuni, ha detto, la rispettano e pubblicano le sue foto così com’è. Altri, invece, dicono che c’è un problema. “Mi chiedo se il problema sia mio che sono un mostro oppure loro, che non vogliono pubblicare un po’ di verità“, ha detto.